Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Luigi Guasco, scopa e paletta e il parco giochi di Montegrazie torna a splendere

Imperia.”Se non ci pensa il Comune allora ci penso io”. Così deve riflettuto Luigi Guasco non appena si è fatta l’alba. Alle 7 in punto, dopo la sveglia e il caffè, ha pulito per la gioia dei bambini di Montegrazie, frazione di Imperia, il parco giochi.

“Quest’anno – racconta – è la quarta volta che lo faccio come per altre quattro volte o forse più ho sfalciato le erbacce in altre strade del paese e tappato buche a mie spese”.

Luigi è un cittadino esemplare. Dopo le pulizie del parco ha deciso anche di togliersi un sassolino dalla scarpa: “Vista la situazione di emergenza cronica del Comune e la mia “mania” della pulizia e dell’ordine, lo faccio volentieri, però le tasse triplicate (TARSU – TARI – IMU agricola) le ho pagate tutte”.

Quello che Luigi Guasco intendeva rimarcare è “lo scarso senso civico della popolazione e l’esagerata pressione fiscale alla quale non corrisponde affatto la qualità dei servizi”. “Infatti pur volendo garbatamente e ulteriormente pungolare i nostri amministratori con alcuni dei quali tengo un ottimo rapporto come con l’assessore Maria Teresa Parodi in primis e poi Podestà e Zagarella, che nei ristretti limiti delle loro disponibilità finanziarie sì sono sempre dati da fare per esaudire le nostre sacrosante richieste – dice  – mi rendo conto che non si può infierire più di tanto perchè la situazione è quella che è. Più che altro, la tassa che risulta più odiosa è l’IMU sui terreni agricoli ove vengono colpiti con l’aliquota massima i possessori di terreni impervi che producono redditi inferiori allo zero e fa figli e figliastri. Un esempio per tutti: Albenga non paga e Imperia sì perchè è stata tolta dall’elenco dei comuni montani in quanto ha un territorio che non supera i 600 metri….. da manicomio!”.

E altri cittadini imperiesi e le associazioni animaliste hanno ripulito, sempre questa mattina, la spiaggia del Prino da settimane oggetto di accese polemiche.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.