Quantcast

Tifosi e genitori entrano a gamba tesa su Luca Ramone

Situazione incandescente in vista dell'Assemblea dei Soci di lunedì

Imperia. Genitori e tifosi della Rari Nantes dopo l’uscita di mister Marco Capanna chiedono che vengano azzerati i vertici societari. Lo hanno fatto con una lunga lettera.

“Noi tutti, genitori delle ragazze della pallanuoto imperiese di ogni categoria: under 13/15/17/19 ma in particolar modo dell’A1 vogliamo porre all’attenzione della cittadinanza tutta, la deplorevole situazione che da anni perdura circa la gestione dell’impianto natatorio Felice Cascione, in concessione alla società Rari Nantes. Le insensate gestioni alternatesi negli anni, stanno determinando il rischio di coprire di ridicolo la nostra città, ove, un ammirevole gruppo di atlete, magistralmente guidate da un più che competente allenatore, Sig. Capanna Marco, già richiesto da anni dai migliori clubs italiani nonché europei, tra mille difficoltà e mille sacrifici, sono riusciti a portare ad Imperia addirittura 1 scudetto, 2 coppe Len, 1 supercoppa, nello sport più diffuso e seguito nella nostra regione. Gli spalti della piscina Cascione, ad ogni partita delle campionesse, sono sempre stati interamente gremiti da un numerosissimo ed affezionatissimo pubblico. Ciò a testimoniare l’affetto che la nostra città nutre per questa squadra e per il suo condottiero. Oggi tutto ciò rischia di essere vanificato, anzi, in parte ciò è gia avvenuto. Infatti il presidente Luca Ramone non mantenendo fede agli impegni concordati con lo stesso allenatore, ha costretto, suo malgrado, il tecnico Capanna a lasciare la guida della squadra. Lo stesso presidente della società aveva garantito pubblicamente, in una riunione tenutasi presso la sede della piscina stessa, che il piano biennale presentato dal tecnico sarebbe andato a buon fine se vi fosse stato, oltre all’impegno della società stessa, anche il sostegno dei soci, degli sponsor e dei genitori delle atlete i quali responsabilmente tutti, si sono offerti, nei limiti delle proprie disponibilità, a contribuire economicamente affinchè il piano stesso potesse essere portato a compimento. Tutti abbiamo mentenuto gli impegni assunti, tranne il presidente Ramone, costringendo così il nostro tecnico Capanna a lasciare a malincuore ciò che dal nulla aveva creato: una splendida squadra di campionesse..!!

Tutto ciò è vergognoso! Ecco perché il nostro grido di indignazione non deve restare inascoltato! Chiediamo con forza che finalmente ci sia una svolta! Chiediamo un atto di coraggio a tutta la cittadinanza! Chiediamo a viva voce un cambiamento radicale nella politica gestionale della società! Chiediamo l’azzeramento dei vertici in toto! Vogliamo una Rari Nantes nuova, sana, lungimirante, che abbia a cuore la pallanuoto e che soprattutto, pianifichi già domani il ritorno del nostro Marco Capanna con tutte le nostre ragazze che tanto lo meritano”.