Quantcast

Migranti a Ventimiglia: turismo e commercio avanti senza contraccolpi

La Confcommercio segue costantemente il caso dei migranti che da una settimana presidiano il confine di Stato

Ventimiglia. Nessun problema di salute o sicurezza. La presenza dei profughi a Ventimiglia non ha “rivoluzionato” l’industria del commercio e del turismo. “Tutto si sta svolgendo regolarmente – afferma Milvia Albenga, presidente di Federalberghi Ventimiglia – I negozi, così come le nostre strutture ricettive, i bar e i ristoranti continuano a lavorare regolarmente”.

E allo stesso modo la pensa anche Simone Piccolo, presidente di Confcommercio Ventimiglia: “E’ improprio dire che ci sono stati cali dei consumi. La presenza dei migranti non ha influito sull’andamento economico cittadino. Certo, se la situazione dovesse perdurare a lungo, allora è probabile che vi sarebbero delle conseguenze pesanti. Ma al momento la città ha risposto bene e con grande partecipazione. Gli stessi negozianti e i residenti aiutano i profughi. Ma è sicuramente necessario che Ventimiglia non venga ulteriormente investita da una situazione così complessa con persone che presidiano il valico e la stazione in attesa di poter andare in Francia”.

Gli imprenditori di Ventimiglia ringraziano poi il sindaco Enrico Ioculano, le forze dell’ordine e i volontari che si sono prodigati affinché questa emergenza venisse circoscritta in un’area della città. “I migranti – dice ancora Milvia Albenga – sono in numero ridotto al valico tra l’Italia e la Francia, altri sono stati sistemati nei locali della stazione ferroviaria. Ventimiglia, così come Bordighera, è una città comunque vivibile. Tanto è vero che sono state confermate tutte le manifestazioni ed eventi in calendario. Inizieremo domani con la Notte Bianca e andremo avanti con le altre iniziative proprio per dimostrare ai turisti che la città è aperta e accogliente”.

Quello che Federalberghi e Confcommercio chiedono “è cercare di trovare una soluzione al problema migranti perché Ventimiglia – sottolineano Simone Piccolo e Milvia Albenga – non è certamente in grado di sostenere per un lungo periodo una emergenza del genere. A livello governativo ed europeo devono essere impiegati gli strumenti più idonei per risolvere un caso come questo che non può essere gestito solamente da un’amministrazione comunale e dalle forze dell’ordine che già stanno facendo miracoli perché la situazione possa essere sempre tranquilla e sotto controllo”.