Il sindaco di Imperia in giro con i commercianti per decoro e pulizia fotogallery

Si é cominciato con Oneglia e prossimamente un giro interesserá anche il centro di Porto Maurizio

Imperia. “I problemi di Oneglia li conosco bene perché giro anch’io la cittá”. Il sindaco Carlo Capacci lo dice apertamente ai vertici di Confcommercio e commercianti che hanno chiesto e ottenuto dal primo cittadino che girasse con loro la cittá a caccia “delle cose che non vanno”. Il degrado dei Giardini Toscanini dive bivaccano i clochard, i cestini dei rifiuti che traboccano giá alle 11.30 del mattino, i marciapiedi trappola di via Bonfante e di via San Giovanni, ma anche di Calata Cuneo, pure qui la notte bivaccano i senzatetto.

“La cittá ha bisogno necessariamente di essere più accogliente – dice il presidente di Confcommercio Marco Gorlero – certo non chiediamo che tutti i problemi siano risolto in 24 ore, ma l’amministrazione cominci a lavorare seriamente per dare una svolta ad una cittá che può e deve essere riqualificata”.

Il sindaco Capacci ne è consapevole: “Quando siamo entrati in Comune la cittá era in uno stato pietoso. Vorremmo pulirla con un colpo di spugna, ma é difficile. Le casse sono vuote e quindi dobbiamo iniziare questo percorso a piccoli passi. Marciapiedi e portici dovranno essere riqualificati, ma chiediamo anche più rispetto ed educazione ai cittadini. Tutti insieme dobbiamo collaborare per rendere questa cittá più bella”.

Il sopralluogo iniziato alle 11 in piazza Dante, si é spinto ai Giardini Toscanini, quindi in via dell’Ospedale, poi i portici di via Bonfante, quindi via san Giovanni, Calata Cuneo e via Belgrano. 

Due anni dopo le elezioni il sindaco è stato accompagnato per le vie del centro città del capoluogo provinciale. Durante il tour tra giardini pubblici, vicoli, portici e piazze la delegazione ha incontrato altri commercianti che hanno parlato con il primo cittadino e con i vertici della Confcommercio. Insieme sono state analizzate le problematiche e individuate le priorità dove intervenire al più presto.

“E’ stato certamente un giro costruttivo – afferma Gorlero – speriamo di fare allo stesso modo anche per Porto Maurizio. Poi speriamo davvero che alle parole possano seguire i fatti”.