Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due tesi di laurea discusse a Villa Grock

Il presidente Fabio Natta: "E’ una conferma dell’interesse per questo gioiello architettonico imperiese"

Più informazioni su

Imperia. Villa Grock ieri sera è stata palcoscenico straordinario e privilegiato di un nuovo evento: la discussione delle tesi di laurea sperimentali da parte di due studenti dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo, aventi come tema proprio la prestigiosa residenza imperiese di proprietà della Provincia.

Alla presenza del Direttore dell’Accademia Pier Luigi Megassini, dell’intera Commissione e del Presidente della Provincia Fabio Natta, i laureandi Erika Bracco, di Imperia, e Antonio Cosentino, di Soldano, hanno presentato due lavori del Corso di Architettura d’Interni e Design all’insegna della creatività, innovazione e tecnologia con la previsione di un’applicazione progettuale per la valorizzazione della eclettica Villa Grock, ideata e progettata da Adrien Wettach, famoso artista e clown degli anni ’30.

I due, laureatisi con il massimo dei voti (110 e lode), hanno dato alla Commissione e al numeroso pubblico un assaggio di quanto da loro progettato.

Erika Bracco ha infatti ideato e realizzato l’illuminazione della fontana dell’Arancio (la fontana principale della Villa) e della fontana ‘Per Aspera ad Astra’ oltre all’illuminazione di una parte del viale d’ingresso e della peschiera stessa. Antonio Cosentino invece sotto il porticato, vicino alla peschiera, ha dato dimostrazione di alcuni applicazioni di realtà aumentata e di videomapping, con un abile intreccio di suoni, colori, tecnologia tali da rendere viva la parete su cui proiettava, con un inscindibile connubio tra reale e virtuale.

In questa delicata fase di cambiamento di gestione dell’Ente Provincia – afferma il Presidente della Provincia Fabio Nattala presentazione di due tesi così innovative con protagonisti i giovani e Villa Grock – è la conferma del grande interesse per questo gioiello architettonico imperiese, unico nel suo genere. L’auspicio è quello di poter individuare, in collaborazione anche con altri enti ed associazioni, le modalità per promuovere e far vivere Villa Grock a livello nazionale ed internazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.