Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carpasio, verrà ristrutturato l’antico forno comunale: previsti lavori per 230.000 €

E’ il più grande forno pubblico della Valle Argentina e, quando in utilizzo, poteva contenere infornate da 1000 pezzi

Carpasio. Dopo aver rivitalizzato la tradizione locale della lavanda, il Comune del piccolo borgo in Valle Argentina, punta sulla antica lavorazione e cottura del pane. In particolare quello d’ orzo e dei pani tipici di antichi cereali.

Nelle intenzioni dell’Ente c’è infatti quella di ristrutturare l’antico forno comunale, struttura pluricentenaria sita nel centro storico, in un carrugio che interseca via Roma, sotto la sala polivalente.

E’ il più grande forno pubblico della Valle Argentina e, quando in utilizzo, poteva contenere infornate da 1000 pezzi. Oggi è visitabile su appuntamento ma non più in funzione. Con l’intervento comunale però, attuato in sinergia con attività turistiche museali esistenti, che punta ad un suo recupero estetico e funzionale, il forno tornerà a cuocere pani come una volta e sarà altrettanto bello.

L’opera, sovvenzionata con appositi fondi statali per i comuni montani, si stima che costerà 230.000 euro

IL FORNO COMUNALE DI CARPASIO

E’ un antico forno a legna , ancora perfettamente integro, che rappresenta il forno pubblico piu’ grande della valle Argentina. In questo forno per secoli sono stati cotti i pani della comunità ed ogni famiglia che utilizzava il forno pubblico lasciava in pagamento alla comunità una parte del prezioso cibo che poteva così contribuire al sostentamento del fornaio.

Il forno era alimentato a legna , con una grande fornace di tipo “etrusco” di pietra e materiale refrattario è posizionato sotto l’antico edificio delle logge restaurato circa 20 anni fa ed oggi utilizzato come sala polivalente dall’intera comunità.

Oltre alla struttura in pietra del forno sono ancora presenti alcuni semplici “arredi” costituiti dai tralicci in penole di castagno sui quali i pani venivano poggiati. All’entrata del forno un locale destinato a legnaia.

L’edificio che ospita il forno, accessibile da una scaletta e posto ad un livello sotto la strada , comprende al piano terra una sala polivalente con servizi igienici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.