Quantcast
Maggioranza

Tari, intervento di Laboratorio per Imperia

Inutile dire che saremo ben lieti di esaminare le strade migliori per poter riaffermare il diritto e dovere delle forze civiche e a proporre soluzioni che vadano a vantaggio della collettività

Carlo Capacci

Imperia. Il Laboratorio per Imperia non intende entrare nelle mere disquisizioni di carattere organizzativo di altri movimenti, né tantomeno sull’attualissimo tema della TA.RI. benché concordiamo che certe prese di posizione vadano affrontate nei tavoli opportuni quali incontri di maggioranza o nelle commissioni istituzionali e non nelle piazze virtuali oppure sugli online pronti a cogliere gustose opportunità di click.

Vogliamo invece rinnovare che questa Associazione continua ad esistere e continua a pensare che le scelte civiche possano essere la corretta forma di impegno sociale svincolata dalle logiche partitiche dannose e prive di buon senso e distanti da quello spirito guida che ci ha portati nel 2012 a preparare la campagna elettorale dell’anno successivo, 2013, quando tutte le forze di coalizione condividevano nei fatti la voglia di cambiamento.

Abbiamo atteso inutilmente che questa Amministrazione intervenisse o che prendesse una posizione a fronte del nostro troppo frettoloso licenziamento benché ci siano stati attestati di stima ai singoli, ma mai al gruppo. A questo proposito ci preme far capire, a chi non lo avesse ancora evinto, che il Laboratorio per Imperia NON ha più alcuna persona che lo rappresenti con nessun ruolo istituzionale, il paradosso è, però, che i suoi appartenenti hanno contribuito nei modi e nei fatti a redigere il Programma che si sta portando avanti.

Usciamo quindi dal silenzio che, per rispetto dei nostri Alleati, abbiamo tenuto fino ad ora per evitare che venga scambiato per un atteggiamento attendistico, teso ad acquisire merito per non esserci manifestati facendoci guadagnare crediti presso questa Amministrazione o presso altri movimenti eccitati dall’appropinquarsi dell’imminente tornata elettorale di fine Maggio.

Apprezziamo la caparbietà e conosciamo le singole capacità degli Amministratori tutti, ma contestualmente esortiamo loro a ritrovare quello spirito che ha animato magistralmente la campagna elettorale che ci ha portato ad ottenere i consensi attesi e meritati.

Inutile dire che saremo ben lieti di esaminare le strade migliori per poter riaffermare il diritto e dovere delle forze civiche e a proporre soluzioni che vadano a vantaggio della collettività.

L’augurio è quindi quello, avendo noi in comune l’intenzione di promuovere un reale cambiamento, che si continui sulla strada tracciata, uniti e non divisi e per fare sì che la metafora del vento continui ad avere un significato, dimostrando, concretamente, che sia veramente cambiato e che non tiri sempre dalla stessa parte.

commenta