Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nella puntata di Report spazio ai “pizzini” di Gianni Cretarola foto

Un agente di polizia ha raccontato di un alfabeto inventato trovato il giorno dell'arresto, nel quale dopo un'attenta decifrazione, sono state trovate strofe di riti di affiliazione alla 'ndrangheta

Sanremo. Nella puntata andata in onda ieri sera di Report su Rai 3 si è affrontato il tema della riconoscibilità in un mondo globalizzato, argomento vasto e cruciale che pone i governi europei di fronte a interrogativi etici e politici che oggi non possiamo più rimandare. E’ stato toccato l’argomento dell’uso dei messaggi cifrati della criminalità organizzata, ossia i cosiddetti “pizzini”. Nel servizio curato da Claudia di Pasquale è stata citata la storia di Gianni Cretarola il giovane sanremese affiliato alla ‘ndrangheta e tutt’ora agli arresti. Un agente di polizia ha raccontato di un alfabeto inventato trovato il giorno dell’arresto, nel quale dopo un’attenta decifrazione, sono state trovate strofe di riti di affiliazione alla ‘ndrangheta. Il codice era stato ritrovato dagli agenti presso il cantiere della cooperativa Edera di Roma, dove Cretarola aveva la sua base operativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.