Quantcast

Gara 3 Finale Scudetto, il tricolore vola verso Padova sfuma il bis per la Rari foto

Per le padovane è stata la rivincita della Coppa Len che le ragazze di Posterivo hanno perso ad aprile

Imperia. Lo scudetto è finito nelle mani della Plebiscito Padova.Una vittoria che era già nell’aria da giovedì scorso. Ecco la rivincita di mister Posterivo e delle sue ragazze dopo aver perso, proprio a Imperia, la Coppa Len ad aprile. Qui hanno voluto rovinare la seconda festa. Oggi si partiva dal +2 per il Plebiscito Padova che aveva vinto le prime due gare scudetto di una stagione superlativa. Vittoria veneta giovedì scorso a Padova per 10 a 6 e vittoria anche ieri sera, alla Cascione, per 8 a 4.

Troppo forti le patavine che come apericena servono ai tifosi arrivati in Riviera quel tricolore che nelle ultime tre stagioni era rimasto in Liguria: prima con la Pro Recco, poi con il Rapallo e infine con la Rari Nantes (regalo per la società diretta da Luca Ramone).

Onore al Padova, tanta sfortuna per il sette giallorosso di Marco Capanna e forse un po’ di amarezza per non aver approfittato di molte occasioni. Non sono bastate la marcature della Casanova, Emmolo, Motta, Bencardino e Drocco. Una partita quasi a senso unico con Dario e Queirolo che hanno impresso il ritmo in vasca. Cena indigesta per il coach della Rari. Qualcosa mister Capanna da domani dovrà sicuramente rivedere.

La cronaca della partita

Primo tempo. Il Padova conquista palla e al primo affondo, va a segno, a 7.33 con Sara Dario (0-1). La Rari prova a reagire, ma deve fare i conti con la bravura della Teani e con l’e.t. di Francesca Pomeri. Regge la difesa giallorossa, ma per una manciata di secondi. Riparte la squadra di Capanna, ma è ancora il Padova a 5.04 ad andare in gol con Elisa Queirolo (0-2). Spinta dal pubblico di casa la Rari trova il gol che dimezza lo svantaggio a 4.44 con Martina Bencardino (1-2). Giusto il tempo di registrare la rete sul taccuino che il Padova va ancora a segno: a 4.21 con Sara Dario (1-3). Nell’azione successiva e.t. di della stessa Dario. Recupera il Padova cher l’istante dopo deve rinunciare per e.t. a Letizia Lascialandà. Capanna chiama il timeout. L’Imperia non sfrutta l’occasione. Il Padova riprende a pungere e nell’azione che va a concludersi, Elisa Queirolo, a 1.19 trova il varco per un quarto gol. A meno di un minuto dalla fine del tempo e.t. di Laura Barzon. L’Imperia ci prova, ma sulla conclusione della Motta risponde bene la Teani. Finisce 4 a 1.

Secondo tempo. Padova conquista palla con Sara Dario. Le venete attaccano. E.t. di Anaid Ralat. Padova a segno con Annalisa Bosello, ma da posizione irregolare. Imperia riparte e Ralat dalla distanza costringe Laura Teani alla deviazione. A vuoto il prosieguo dell’azione imperiese. Nuova e.t. per Anaid Ralat. Il Padova non trova la porta. Senza esito il tentativo in ripartenza dell’Imperia. Veloca capovolgimento di fronte e parata di Giulia Gorlero sulla conclusione di Martina Savioli. Fallo da espulsione per Drocco. Protesta la panchina e Fusco espelle l’accompagnatrice dell’Imperia Elena Russo. Fa confusione in fase offensiva il Padova. Le venete perdono l’attimo. Riparte l’Imperia. E.t. di Sara Dario non sfruttata la superiorità numerica dalle padrone di casa. L’Imperia ritorna in possesso del pallone e Capanna chiama il time out. Fiondata della Emmolo: palla fuori. Riparte il Padova. Alessia Millo si presenta sola davanti a Giulia Gorlero: tiro e gol (1-5). A 14 secondi dalla fine va in gol Elisa Casanova. Il tempo si chiude con la parata senza problemi di Giulia Gorlero.

Terzo tempo. L’Imperia conquista palla con Laura Drocco. E.t. Federica Rocco. Conclusione di Mercy Stieber, deviata da Laura Teani. Difende e riparte il Padova. E.t. di Anaid Ralat (terzo fallo. Gara finita per lei. Il Padova sfrutta bene l’occasione e va a segno a 6.37 con Annalisa Bosello (2-6). Immediata la replica dell’Imperia che trova a 6.16 il gol del 3 a 6 con Silvia Motta. Botta e risposta in vasca. Il Padova non molla un centimetro e a 5.30 porta a sette il bottino con Alessia Millo (3-7). Girata di Mercy Stieber e nuovo intervento da capolavoro di Laura Teani. L’Imperia sempre in possesso di palla. E.t. di Gottardo e gol in sup. num a 3.28 di Giulia Emmolo (4-7). La Rari abbassa la guardia e Laura Barzon da posizione angolata trova il varco a 3.03 per la rete che vale il 4 a 8. La caparbietà della Mediterranea Imperia sta nel gol realizzato a 2.41 da Laura Drocco (5-8). Sul fronte opposto e.t. di Martina Bencardino e gol per il Padova realizzato a 2.37 da Ilaria Savioli (5-9). A 56″ controfuga del Padova e gol di Elisa Queirolo (terza marcatura personale) per il 5-10. Lo scudetto è sempre più a portata di mano.

Quarto tempo. Imperia conquista palla con Laura Drocco. A vuoto il primo tentativo giallorosso. Il Padova rallenta sensibilmente il gioco. L’Imperia prova a ripartire, ma incassa l’et di Francesca Pomeri (Terzo fallo) e Posterivo chiama il time out. Le squadre appaiono stanche e sfilacciate. Schieramenti molto larghi. Il Padova prova a fare scorrere il tempo.Ora le venete possonosfruttare la sup.num per l’e.t. di Silvia Motta. A 1.59arriva infatti il gol del 5-11 ad opera di Laura Barzon. Finisce qui con il tricolore alle padovane.

Note.Spettatori: 350 circa. In tribuna anche una folta delegazione di sostenitori del Padova. Presenti in tribuna il ct del Setterosa, Fabio Conti ed i dirigenti federali Lorenzo Ravina, Gianfranco De Ferrari e Silvio Todiere.