Quantcast

Filippo Bistolfi (FI) ha incontrato il direttivo di Confcommercio Sanremo

"Un consigliere regionale deve essere un punto di riferimento per i cittadini, la politica deve uscire dal palazzo e tornare tra le persone.”

Sanremo. Si è svolto questa mattina a Sanremo, l’incontro tra il candidato al consiglio regionale della Liguria per Forza Italia Filippo Bistolfi, in rappresentanza del candidato presidente del centro destra Giovanni Toti, e il direttivo cittadino di Confcommercio. Moltissimi sono stati i temi toccati dal candidato Bistolfi e dai rappresentanti dei commercianti; a riguardo l’esponente di Forza Italia ha affermato: “Ci vuole un maggior impulso per fare in modo che i giovani e i commercianti tornino a lavorare qui, perché vedere le serrande chiuse è una grande sconfitta sociale. La regione –prosegue Bistolfi – per dieci anni è stata matrigna nei confronti del nostro territorio e pertanto ha subìto un isolamento politico e logistico. Il mio punto cardine del programma sarà quello di fare uscire la Riviera dei Fiori da questo distacco, servono interventi strategici soprattutto in ambito ferroviario ed autostradale e potenziare i collegamenti con il vicino Piemonte, in particolare con la provincia Granda potenziando la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia-Nizza, oltre alle arterie viarie come la statale 28 verso Ceva.

Dobbiamo trasformare – ha detto Bistolfi – la provincia di Imperia nella Costa Azzurra d’Italia e per fare ciò serve una defiscalizzazione per quanto concerne le assunzioni di giovani nel comparto commerciale e dare aiuto e sostegno a commercianti che sono la spina dorsale dell’economia ligure e nazionale.” Ha poi aggiunto il candidato di  Forza Italia Filippo Bistolfi: “Le nostre città devono vivere di commercio e di turismo intelligente, perché allora non fare come si faceva cento anni fa quando le nostre coste e i nostri alberghi erano meta di un turismo di tipo sanitario, il sole e clima della nostra Riviera come toccasana per chi è di salute cagionevole.” E infine: “Se verrò eletto aprirò un ufficio di rappresentanza a Sanremo, per essere sempre a disposizione per chi vorrà assistenza sui temi regionali. Un consigliere regionale deve essere un punto di riferimento per i cittadini, la politica deve uscire dal palazzo e tornare tra le persone.”