Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cipriani srl di Ventimiglia, la Sen. Albano PD interviene in Aula al Senato e al MISE

Ventimiglia. La Sen. Donatella Albano del Partito Democratico è intervenuta in Aula al Senato per sollecitare ulteriormente l’attenzione dei parlamentari e del Governo sulla necessità di adoperarsi con ogni mezzo possibile al fine di evitare la chiusura dello stabilimento farmaceutico Cipriani, gruppo Arkopharma, sito in Ventimiglia.

“Mentre si stanno manifestando i primi segnali della ripresa economica in Italia,vedi la notizia della crescita del Pil che ha segnato un +0,3%, nel Ponente ligure questi segnali tardano ad arrivare. Oltre alla vertenza che riguarda il futuro del pastificio Agnesi di Imperia, da meno di un mese si è appreso che anche lo stabilimento farmaceutico Cipriani di Ventimiglia si appresta alla chiusura, prevista infatti per il mese di luglio 2016″ afferma la Senatrice ligure che si è attivata già da qualche settimana presso il Ministero dello Sviluppo Economico,  “Il territorio ligure, già duramente provato dalla crisi economica, e caratterizzato da un tasso di disoccupazione più alto che le altre regioni del Nord Italia, rischia di perdere ulteriori posti di lavoro ad alta specializzazione, ben 63, in una zona, quale è quella del Ponente ligure, dove è stata accertata con l’esito del processo La Svolta, la presenza radicata della criminalità organizzata, e sappiamo, cari colleghi, che la mancanza di occasioni di lavoro, di speranza nel futuro, può spingere le persone a cedere alle offerte della criminalità organizzata.

Non si tratta qui solo della crisi lavorativa che interessa i dipendenti di uno stabilimento, ma dei segnali che vengono dati ai territori. perchè l’Italia deve ripartire tutta, senza lasciare nessuno indietro, e dobbiamo dare proprio ai territori più duramente colpiti, nuovi segnali di speranza per il futuro”

La Cipriani srl fa parte del gruppo Arkopharma, leader europeo della produzione e distribuzione di medicinali fitoterapici e integratori alimentari, ora, nonostante i bilanci in attivo, e la presenza di mezzi di produzione piuttosto recenti, di soli 10 anni, la dirigenza del gruppo Montagu Private Equity, proprietaria di Arkopharma, ha deciso di chiudere a luglio 2016 lo stabilimento ventimigliese per spostare la produzione in Francia, nello stabilimento sito in Carros, Nizza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.