Quantcast

A Imperia arriva un dodicesimo magistrato, ma mancano gli impiegati

E' probabile che venga indetta una nuova gara per l'affidamento dei servizi di controllo all'ingresso del palazzo di giustizia imperiese

Imperia. Un nuovo magistrato è in arrivo per la Procura di Imperia. Sarà una donna che attualmente sta completando il suo tirocinio a Milano. Il suo ingresso al terzo piano è previsto per novembre.

“Le donne saranno otto e gli uomini quattro. Le quote rosa –  sorride il procuratore capo Giuseppe Geremia – saranno ampiamente rispettate”.  

Ma non è l’unica novità per il tribunale di via XXV Aprile. Dopo i recenti fatti di Milano sarà il ministero di Giustizia a gestire l’apparato della sicurezza. E’ prevista quindi una rivoluzione del sistema di vigilanza. E’ probabile che venga indetta una nuova gara per l’affidamento dei servizi di controllo all’ingresso del palazzo di giustizia imperiese.

Tornando agli organici il procuratore conferma che “purtroppo ad essere carente è lo staff degli impiegati. Ancora troppo pochi. In termini percentuali siamo sotto del 25 – 30 %”. Per la Procura, insomma, necessiterebbero nuove forze. “Spesso – sottolinea il magistrato – Ci troviamo a dover gestire situazioni complesse: una segretaria malata viene sostituita da un agente della polizia giudiziaria”.

Carenze d’organico che sono aumentate dopo l’accorpamento delle Procure di Sanremo e Imperia e con personale andato in pensione e mai più sostituito. “Si era parlato di un organico potenziato con l’arrivo di impiegati da altri enti  – dice ancora il procuratore Geremia – tenuto conto che la nuova struttura giudiziaria ha un numero di utenti senza dubbio maggiore di quella che si aveva un tempo. Ma finora non abbiamo visto nulla all’orizzonte. Tuttavia, lo diciamo a voce bassa, facendo i salti mortali siamo riusciti a chiudere l’anno e iniziare quello nuovo con un trend virtuoso e questo mi fa piacere e mi congratulo con tutti i miei colleghi e collaboratori”.