Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Orchestra sinfonica di Sanremo in concerto nella chiesa concattedrale di San Siro

Ad esibirsi ci saranno anche il Soprano Claudia Pavone ed il Mezzosoprano Elena Traversi. Completerà il programma il “Concertino N. 1 in Sol Maggiore” sempre di G. B. Pergolesi

Tradizionale concerto che precede la settimana santa quello di Venerdì 27 marzo alle ore 21 in cui l’ Orchestra Sinfonica di Sanremo sarà impegnata nell’esecuzione dello Stabat Mater di Pergolesi, diretta dal M° Giancarlo De Lorenzo.

L’esecuzione è previsto presso la Basilica Concattedrale di S. Siro a Sanremo e ad esibirsi ci saranno anche il Soprano Claudia Pavone ed il Mezzosoprano Elena Traversi. Completerà il programma il “Concertino N. 1 in Sol Maggiore” sempre di G. B. Pergolesi.

Claudia Pavone – Avvicina il mondo della musica dapprima come voce bianca nel coro “Pueri Cantores di Vicenza”, poi con gli studi nei conservatori “Arrigo Pedrollo” di Vicenza e “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto, dove nel 2012 si diploma con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del soprano Elisabetta Tandura. Tra i concorsi vinti: “Miglior Voce Leoncavallo” al Concorso Lirico Internazionale Ruggero Leoncavallo di Montalto Uffugo (2012); 3° premio al I Concorso Internazionale Scaligero Maria Callas Verona (2013); 3° premio al Concorso Internazionale di Canto Giacinto Prandelli di Brescia (2013); 3° premio, Premio Speciale “Renata Tebaldi” e Borsa di Studio
“Giusy Devinu” al Concorso Lirico Internazionale Città di Bologna (2013); 1° premio al Concorso internazionale di canto lirico “Ferruccio Tagliavini” di Graz e Premio della Critica del Corriere della Sera (2013); 1° premio al Concorso lirico Internazionale “Marcella Pobbe” di Vicenza (2014). In ottobre 2013 debutta ne La Boheme di G. Puccini, nel ruolo di Mimì nel teatro Re Grillo di Licata (AG) in Sicilia. A febbraio 2014 debutta al Teatro Sociale di Rovigo nel ruolo di Gasparina ne Il Campiello di E. Wolf-Ferrari che verrà successivaente eseguito per La Fenice di Venezia al Teatro Malibran. Nella stagione 2014/15 canta al Landestheaer Niederbayern in Silverstergala, Laura in Der Bettelstudent, Faschingskonzert e Micaela in Carmen. Frequenta in parallelo il repertorio sacro esibendosi come solista in prestigiose formazioni. Tra i lavori eseguiti, il Requiem di W. A. Mozart, la Petite Messe Solennelle di G. Rossini e lo Stabat Mater di G.B. Pergolesi, eseguito nell’ aprile 2014 presso il Teatro Municipale di Piacenza.

Elena Traversi – Diplomata al Conservatorio di Brescia nel 1996 con Ida Bormida si è poi perfezionata con il Maestro Alain Charles Billard. Dotata di una vocalità di raro fascino ed eleganza, è stata ospite delle stagioni liriche e concertistiche di prestigiosi teatri ed istituzioni come l’Opera di Francoforte, l’Auditorium Nacional di Madrid, l’Arena di Verona, la Fenice di Venezia e il Ravenna Festival. Il suo timbro scuro e vellutato è stato apprezzato dai più grandi direttori: Carlo Maria Giulini la scelse infatti per eseguire la Messa in si minore di Bach, e poi Massimo De Bernart, Raphael De Burgos, Riccardo Frizza, Renato Palumbo, Marcello Rota, Myung-Wung Chung. Allo stesso modo grandi registi con cui ha collaborato, come Luca Ronconi e Beppe De Tomasi, le hanno riconosciuto una intensa presenza scenica e la capacità di fare propri i ruoli interpretati. Nel 2000, vincitrice del concorso”Primo palcoscenico”, debutta nel ruolo di “Suzuki” in Madama Butterfly al Teatro Bonci di Cesena. Successivamente a Narni interpreta il ruolo di “Zia Principessa” in Suor Angelica, cui seguono due partecipazioni al Festival di Wexford in Irlanda: nel 2001 è “Quickly” in Falstaff e nel 2002 “Dejanira” in Mirandolina di Martinu trasmessa in diretta dalla BBC. Dopo questi brillanti esordi si susseguono fitti gli inviti da parte dei teatri italiani come il Petruzzelli di Bari, il Teatro Lirico di Cagliari, il Ponchielli di Cremona, il Comunale di Ferrara e poi Brescia, Como, Cosenza, Novara, Pavia, Ravenna, Reggio Emilia, dove interpreta il ruolo di “Maddalena” in Rigoletto di Verdi, “Emilia” in Otello di Verdi, “Suzuki” in Madama Butterfly di Puccini, “Venceslava” in Consuelo di Rendano, “Clairon” in Capriccio di R.Strauss, “Isabella” ne L’Italiana in Algeri, “Rosina” ne il Barbiere di Siviglia e “Zaida” ne Il Turco in Italia di Rossini e dove, grazie alla duttilità della sua tecnica vocale, si distingue anche nel repertorio barocco: consenso della critica hanno infatti le sue interpretazioni di “Ericlea” ne Il ritorno di Ulisse in Patria e di “Ottone” e “Nutrice” ne L’incoronazione di Poppea, sotto la guida di Ottavio Dantone con l’Accademia Bizantina. Sempre in ambito barocco, è all’Opera di Francoforte nel ruolo di “Polinesso” nell’Ariodante di Haendel con la direzione di Andrea Marcon e nel 2010 è alla Fenice di Venezia con “ Dido and Aeneas” di Purcell, con la regia di Saburo Teshigawara e la direzione di Attilio Cremonesi. Nel repertorio sacro e liederistico esegue: con l’Orchestra e Coro dell’Arena di Verona la Nelson Messe di Haydn, il Requiem di Mozart con l’Orchestra del Bergamo Musica Festival e il Coro da Camera di Praga, lo Stabat Mater di Pergolesi , il Nisi Dominus e lo Stabat Mater di Vivaldi, la Petite Messe Solemnelle di Rossini, “FrauenLiebe- und Leben” di Schumann. Nell’ambito della musica del Novecento si è distinta in brillanti esecuzioni dei Folk Songs di Berio alla Sala Maffeiana di Verona e di Flow my Dowland di Fabio Vacchi alla Sala Casella di Roma. Nel mese di ottobre 2009, ha interpretato il ruolo di Hippolyta in A midsummer night’s dream di Britten, al Teatro Petruzzelli di Bari e al Teatro Valli di Reggio Emilia con la regia di Daniele Abbado e la direzione musicale di Jonathan Webb.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.