Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

GMG DIOCESANA: Il raduno dei giovani con il vescovo Antonio sabato 28 marzo, alle ore 21 al Carmelo

La celebrazione nelle diocesi è caratterizzata dall'incontro dei giovani con il loro vescovo: ogni anno il Papa invia ai giovani di tutto il mondo un Messaggio per questa occasione

Più informazioni su

 La Domenica delle Palme, da ormai trent’anni, è stata scelta, da san Giovanni Paolo II, come data in cui ricorre la Giornata Mondiale della Gioventù, da celebrarsi in tutte le diocesi del mondo: giornata che segna il passo annuale tra i vari raduni internazionali dei giovani con il S. Padre, che si svolgono ogni due o tre anni.

La celebrazione nelle diocesi è caratterizzata dall’incontro dei giovani con il loro vescovo: ogni anno il Papa invia ai giovani di tutto il mondo un Messaggio per questa occasione.

Così anche quest’anno la nostra Chiesa locale, attraverso il Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile, organizza per sabato 28 marzo, vigilia della Domenica delle Palme, alle ore 21.00, il raduno dei giovani con il vescovo Antonio, presso il monastero del Carmelo S. Elia di Sanremo, in via P. Semeria, 19.

L’incontro di amicizia e di preghiera, sarà ispirato al Messaggio di Papa Francesco per questa XXX GMG, dal tema: «Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio» (Mt 5, 8), all’interno del cammino triennale (2014-2016) di riflessione sulle Beatitudini, proposto dal Papa in preparazione al prossimo appuntamento internazionale di Cracovia (Polonia), dal 26 al 31 luglio 2016.

Proprio in questo Messaggio, oltre a far riecheggiare le parole che san Giovanni Paolo II pronunciò nella Veglia di Tor Vergata, durante la GMG del Grande Giubileo del 2000, in cui indicava ai giovani che la ricerca e il desiderio della felicità, insito in loro, altro non sono che la ricerca e il desiderio di Gesù, Papa Francesco propone l’esempio di una testimone che nella sua vita voleva “vedere Dio”: santa Teresa d’Avila.

Questa indicazione così immediata e diretta, proprio come tutto il Messaggio del Papa, ha guidato la scelta del luogo per l’incontro di quest’anno, per conoscere un po’ meglio la figura e la spiritualità di questa grande santa e così poter accogliere più consapevolmente il suggerimento del S. Padre.

Proprio quella serata sarà anche l’inizio simbolico del cammino dei giovani della nostra diocesi verso Cracovia 2016.

di Don Alessandro Ghersi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.