Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attimi di Papa Francesco

Il vero cristiano é un credente itinerante, compie ogni passo accanto a Dio, ripone in Lui ogni fiducia, si abbandona al Suo Amore e anche quando la nostra umanitá prende il sopravvento con la paura

Più informazioni su

 "…Siamo infatti tribolati da ogni parte,ma non schiacciati; siamo sconvolti,ma non disperati…(2 Cor)."

Il vero cristiano é un credente itinerante, compie ogni passo accanto a Dio, ripone in Lui ogni fiducia, si abbandona al Suo Amore e anche quando la nostra umanitá prende il sopravvento con la paura,con il dubbio anche allora la fede in Dio Padre che custodiamo nel nostro cuore non ci abbandona, ci sostiene.

Lo sottolinea Papa Francesco nell’omelia a S.Marta del 16 marzo: << …Avete pensato? Il Signore sogna me! Pensa a me! Io sono nella mente, nel cuore del Signore! … Dio é innamorato di noi … la fede é fare spazio a questo amore di Dio…>>.

Questo nostro dinamismo interiore,questa ostinata e inarrendevole forza,dono dello Spirito Santo, infastidisce il potere di questo mondo, perché nessuno puó assoggetarci, nella croce e risurrezione di Cristo siamo uomini liberi che si prendono cura dei piú deboli amandoli e restituendo loro la dignitá di figli di Dio,poiché nessuno é escluso da questa realtá sconfinata di Amore del Padre.

In questo modo proprio quando il male pensa di ridurci al silenzio, soffocando le voci e massacrando i corpi di tanti innocenti solo perché cristiani, le porte delle nostre Chiese si aprono al perdono e non al giudizio, al servizio e non all’odio perché la misericordia di Dio continua ad essere Luce per il suo popolo in cammino, impedendo alla logica dei potenti, che minimizzano tali fatti, di annullare quel disegno di pace che é compito di ciascuno di noi così come il Santo Padre ci ammonisce all’Angelus di domenica 15 marzo: <<…con molto dolore ho appreso degli attentati terroristici di oggi  contro due Chiese nella cittá di Lahore in Pakistan … I nostri fratelli versano il sangue soltanto perché cristiani … che questa persecuzione contro i cristiani, che il mondo cerca di nascondere,finisca e ci sia la pace.>>

(di Rossana Morisi)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.