Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Architetti impegnati per costruire la sicurezza del territorio

“Sarà l’occasione per individuare e valorizzare un sistema di valori etici e di responsabilità che consentano di rigenerare il territorio e vigilare sull’impatto che le opere realizzate andranno a provocare sulla società e sull’ambiente"

Più informazioni su

Oggi martedì 31 marzo alle 14,30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Ruffini-Vieusseux di Imperia, professionisti, istituzioni ed associazioni si incontrano per un confronto costruttivo sul tema della sicurezza del territorio e del dissesto idrogeologico.
L’evento organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Imperia prende spunto da una necessaria riflessione sull’etica del progettista e sulla responsabilità deontologica di chi opera sul territorio.

“Sarà l’occasione per individuare e valorizzare un sistema di valori etici e di responsabilità che consentano di rigenerare il territorio e vigilare sull’impatto che le opere realizzate andranno a provocare sulla società e sull’ambiente.
La professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, Conservatore è espressione di cultura e tecnica che impone doveri nei confronti della Società che storicamente ne ha riconosciuto il ruolo nelle trasformazioni fisiche del territorio, nella valorizzazione e conservazione dei paesaggi, naturali ed urbani, del patrimonio storico e artistico e nella pianificazione del territorio.”

Oltre al Presidente dell’Ordine Giuseppe Panebianco e ai Consiglieri Francesca Buccafurri e Lucio Massardo, che illustreranno le proposte già avanzate a Regione ed Amministrazioni locali in materia di prevenzione del dissesto idrogeologico, interverrà il Consigliere dell’Ordine dei Geologi Ampelio Verrando.

L’Ing. Roberto Revelli (docente di idraulica fluviale e Vice Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino) offrirà un’analisi delle problematiche legate al rischio idrogeologico e lo stato dell’arte sugli strumenti a disposizione per la riduzione del rischio da esondazione.

Particolare attenzione verrà posta nei confronti delle infrastrutture e tecnologie di monitoraggio del territorio, a partire dalla rete regionale gestita da ARPAL che verrà illustrata dal Dott. Stefano Gallino, del Centro Funzionale Meteoidrologico di Protezione Civile.

Il Dott. Giuseppe Argirò (Amministratore Delegato di Area 24 S.p.A ) illustrerà il progetto di ricerca per il monitoraggio di un versante a rischio dissesto, che consentirà di rendere fruibile in sicurezza la cosiddetta “Incompiuta”, che collega Imperia e Diano Marina, restituendo a residenti e turisti un pezzo suggestivo del nostro territorio.

La giornata si concluderà con l’arch. Cesare Griffa (coordinatore del Master in Urban Sustainability and Smart Building allo IED di Torino e docente di Composizione Architettonica al Politecnico di Torino) che, in qualità di coordinatore, illustrerà la proposta dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di un progetto di Open Early Warning System, ovvero di un sistema di allerta sperimentale che ha l’obiettivo di realizzare una piattaforma che consenta di generare ed elaborare dati per l’invio automatico di messaggi di allerta sui social media in caso di rischio potenziale di esondazione.

Il progetto, in fase di elaborazione, verrà realizzato da un gruppo multidisciplinare composto da architetti, Fablab Torino, Fablab Imperia, con la collaborazione degli studenti dell’ITIS “G. Galilei” di Imperia.
Una giornata di grande interesse che consentirà di unire riflessioni etiche a proposte concrete ed attuali per contribuire alla costruzione di un territorio più sicuro.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.