Grande festa di Sant’Erasmo ad Arma foto

Le novità di quest'anno: cambia il percorso della processione e la Messa sarà celebrata sul piazzale al mare. La benedizione del mare, i lumini ed i fuochi di artificio completeranno la festa

Appuntamento che si perde nella notte dei tempi, quello di domenica prossima quando ad Arma si svolgerà la festa di Sant’Erasmo.
Diciamo subito che il Santo è il protettore della gente di mare, non solo di coloro che ora fanno i bagni, ma anche e soprattutto di coloro che nel mare hanno vissuto od hanno tratto sostentamento, qualche volta perdendo la vita.
Per questo la statua è conservata nella piccola chiesetta al mare, la chiesetta di San Giuseppe che fu la prima parrocchia di Arma, frequentata dai pescatori e dalle loro famiglie prima e dagli operai dei cantieri navali dopo.
Lì sulla porta, non si può fare a meno di inalare salino ed iodio, in una mistura che inebria e che rasenta gli effetti della droga.
Domenica dunque, ad opera del Comune e della Cumpagnia Armasca, dedita alla conservazione del patrimonio storico – culturale, si svolgerà la festa che inizierà nel pomeriggio con la processione che percorrendo via Queirolo, via Eroi Armesi e la passeggiata a mare, raggiungerà la nuova piazza dove verrà celebrata la Santa Messa.
Al termine del rito religiosio, la statua verrà issata su un gozzo e prenderà il mare seguita in corteo dalle imbarcazioni presenti.
Una volta percorso il litorale, avrà luogo la benedizione delle acque.
Alla sera, migliaia di lumini verranno deposti in mare assegnando alle correnti il compito di comporre disegni carezzati dalle onde che soltanto la potenza dei fuochi di artificio, previsti per le ore 22.30, tenteranno di affievolire.