Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arresti domiciliari per i 3 bracconieri arrestati a Taggia, uno è impiegato comunale a Ventimiglia

Nei guai sono finiti: Alessandro Moroni, 36 anni, di Sanremo; Ivano Banaudo, 38 anni, di Sanremo e un residente di Triora, arrestati, la scorsa notte, dai carabinieri che li hanno trovati in possesso di: una carabina.

Più informazioni su

Sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e saranno processati per direttissima, il prossimo 16 maggio, i tre presunti bracconieri: Alessandro Moroni, 36 anni, di Sanremo; Ivano Banaudo, 38 anni, di Sanremo (impiegato comunale di Ventimiglia) e un residente di Triora, arrestati, la scorsa notte, dai carabinieri che li hanno trovati in possesso di: una carabina tedesca di precisione non presente nei registri delle armi (in quanto importata dalla vicina Francia senza alcuna denuncia); un silenziatore artigianale; munizioni, roncole, coltelli, puntatore laser e cannocchiale di alta precisione.

L’intervento e’ avvenuto, in localita’ Morene, a Taggia. Arsenale che e’ stato trovato a bordo del veicolo su cui viaggiavano e che e’ stato inseguito da una pattuglia della Stazione di Taggia. Ulteriore aggravante: la modifica della carabina, che e’ stata filettata sulla canna per poter montare il silenziatore e privata del calciolo per renderla piu’ facilmente occultabile. Nell’auto anche alcuni caprioli, che i tre hanno dichiarato di aver preso per loro.

Hanno, quindi, cominciato a raccontare di come per loro la caccia sia un’attivita’ della quale non sanno rinunciare in alcuna maniera. Sono tutti accusati a vario titolo di: porto e possesso abusivo di arma clandestina, modifica di armi, utilizzo di silenziatori e bracconaggio. In questo momento il terzetto se ne sta andando a Ventimiglia per il processo per direttissima mentre i due capi sono stati consegnati al servizio veterinario che li ha messi in celle frigorifere in attesa delle disposizioni della magistratura. Il residente di Triora risulta colpito da diversi precedenti. tre sono stati fermati, in quanto vestiti da cacciatori hanno attirato l’attenzione dei militari, ma dopo un breve cenno di accostare sono scappati ed è così nato l’inseguimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.