Quantcast
Raddoppio ferroviario

Il presidente Giuliano: “Basta puntare il dito sulla Provincia, noi abbiamo fatto l’impossibile”

L'amministratore spiega che il vero nodo da sciogliere e' di natura economica e riguarda Ferrovial e Italferr, non il problema discariche.

Gianni Giuliano

'Basta puntare il dito contro la Provincia. L'amministrazione provinciale ha fatto tutto quello che poteva per risolvere il problema della disponibilita' delle discariche, sorto per incomprensioni tra Italferr e Ferrovial in sede di progettazione e appalto'.
Lo ha dichiarato, stamani, il Presidente della Provincia di Imperia, Gianni Giuliano, intervenendo sulla disputa tra Ferrovial (azienda appaltatrice) e Italferr (committente) riguardante l'interruzione dei lavori per il raddoppio della ferrovia tra San Lorenzo al Mare e Andora. 'L'incontro di ieri in Prefettura ha dimostrato una volta di piu' che il vero nodo tra le parti, Italferr e Provincia, e' di natura economica e non tecnica – ha detto Giuliano -. E' un contenzioso che si trascina da tempo, ed e' stato colpevolmente 'coperto' adducendo motivazioni non veritiere all'interruzione degli interventi. Questa situazione e' insostenibile e deve essere sbloccata. La Provincia chiedera' con decisione agli organismi competenti di trovare il modo per proseguire celermente i lavori, senza passare necessariamente da una nuova gara d'appalto che allungherebbe i tempi di realizzazione di un'opera di importanza internazionale, attesa da anni, indispensabile per allineare il trasporto locale con gli standard della rete dei trasporti europei. Bisogna considerare anche che l'interruzione dei lavori provoca enormi conseguenze dal punto di vista occupazionale: le imprese e gli operai coinvolti hanno un danno di rilevante entita''.

commenta