Quantcast

Vela: alla Giraglia si mette in luce un equipaggio tutto imperiese

Brillante prestazione dell'imbarcazione tutta imperiese (armatori ed equipaggio) Ghost, un Sun Fast 43, alla 53^ Giraglia Rolex Cup.Dopo aver preso parte con positivi piazzamenti alle regate costiere svoltesi in Costa Azzurra,...

Brillante prestazione dell’imbarcazione tutta imperiese (armatori ed equipaggio) Ghost, un Sun Fast 43, alla 53^ Giraglia Rolex Cup.
Dopo aver preso parte con positivi piazzamenti alle regate costiere svoltesi in Costa Azzurra, nella regata d’altura di 243 miglia, da Saint Tropez a Genova, Ghost ha concluso al 12° posto in tempo reale (49h02’35”), 16° in base al tempo compensato (35h01’42”) nella classifica di classe (Ims C2), su di un totale di 62 yacht iscritti, precedendo scafi e velisti reduci da risultati di rilievo ottenuti in Italia e Francia. Nella graduatoria generale Ghost, portacolori del Circolo Velico Imperiese, ha ottenuto un’ottima 42esima posizione assoluta su 199 scafi in gara.
Questi i nomi dei componenti l’equipaggio di Ghost: Luciano Arimondo, Marco Alberti, Francesco Pastorelli, Roberto Arimondo, Marco Savini, Fabio Bedini, Andreino Pario, Ezio Ballasina, Michael Sagawe, Michela d’Apice e Giacomo Rolla.
Come noto, alla Giraglia, una delle principali e più prestigiose manifestazioni del calendario internazionale, organizzata dallo Yacht Club Italiano, ha preso parte la crema della vela d’altura mondiale.
Il  migliore in tempo compensato, e quindi vincitore assoluto, è stato il North Sails Sportswear, Grand Soleil 42R di Lorenzo Bressani e di Roberto Ferrero. Primo in tempo reale (36h 12m 08s) il maxi Black Dragon, il Reichel Pugh 77? del tedesco Otto Happel, consulente finanziario naturalizzato in Svizzera a capo di un impero finanziario valutato da Forbes intorno ai 2,7 miliardi di dollari. My Song, il Nauta 85 di Pierluigi Loro Piana, si è aggiudicato il Trofeo Beppe Croce per il primo yacht che ha doppiato lo scoglio della Giraglia.
Nella classe Wally, il primo è Tiketitan del Presidente di Morgan Stanley Galeazzo Pecori Giraldi con a bordo Luca Bassani e Mauro Pelaschier.
Per la prima volta hanno preso parte alla competizione anche i velocissima trimarani Orma 60. Presente anche Giovanni Soldini (Telecom Progetto Italia), solo 6° al traguardo.

commenta