Quantcast
Cronaca

Sanremo: donne sfregiate dal lifting, depositata la perizia in tribunale

Le lesioni provocate a due donne sanremesi da un trattamento estetico al botulino non hanno comportato danni a organi vitali, sono difficilmente quantificabili e, per quanto antiestetiche, non possono considerarsi come deformazioni o...

Le lesioni provocate a due donne sanremesi da un trattamento estetico al botulino non hanno comportato danni a organi vitali, sono difficilmente quantificabili e, per quanto antiestetiche, non possono considerarsi come deformazioni o sfregi.
Questo è il contenuto della perizia depositata stamani in tribunale a Sanremo, nelle indagini preliminari su due casi di sospetta deturpazione del volto conseguente a un lifting con il botulino, una potente tossina che se iniettata in microdosi è in grado di paralizzare i nervi, rimuovendo alcuni tipi di rughe.
Le indagini sono partite dalla denuncia per lesioni colpose presentata da due donne che hanno accusato il loro medico estetico (una dottoressa di Roma che saltuariamente opera anche in provincia di Imperia) di aver provocato loro delle cisti, a cui sono seguite altre patologie, come emicranie. Oggi si è svolto l’incidente probatorio nell’ufficio del gip Leopardi. Il sostituto procuratore Antonella Politi, in base agli esiti della perizia, valuterà i limiti tra l’ambito penale e quello civilistico.

commenta