Quantcast
Cipressa: scuse tramite volantini in paese? No, il Comune vuole un risarcimento in denaro - Riviera24
Cronaca

Cipressa: scuse tramite volantini in paese? No, il Comune vuole un risarcimento in denaro

Francesco Mazza, 58enne di S. Stefano al Mare,è statorinviato a giudizio, perchè dopo che il Comune di Cipressagli revocò la licenza del suolocale, lo Shon Bar, tappezzò ilpaesedi manifesti in cui insinuava che il...

Francesco Mazza, 58enne di S. Stefano al Mare, è stato rinviato a giudizio, perchè dopo che il Comune di Cipressa gli revocò la licenza del suo locale, lo Shon Bar, tappezzò il paese di manifesti in cui insinuava che il sindaco Guasco prendesse mazzette.  Mazza è accusato anche di aver rubato energia elettrica per alimentare l’insegna del bar, prelevandola da un contatore appartenente all?Amministrazione. L’uomo ha proposto un?ammenda pubblica, ossia la pubblicazione di volantini di scuse da attaccare alle bacheche di Cipressa. Ma il Comune di Cipressa vuole un risarcimento in denaro. Il processo è in programma a Imperia il 29 settembre.

commenta