Regione Liguria Tenerelli Photo Art Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Il Punto Panorama Sport

Oggi pomeriggio

A Bordighera scambio di auguri tra i soci e gli amici dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri




Bordighera - Marco Cassini, autore della recente pubblicazione "Antòlogia" di Antonio Rubino (Philobiblon Eiditrice), illustrerà, anche con ausilio delle sue illustrazioni, l'amore di Antonio Rubino per la terra ligure

Oggi alle 16, nel Salone del Museo-Biblioteca “Clarence Bicknell” di Bordighera, in Via Romana 39, si svolgerà il tradizionale ricevimento di fine anno per lo scambio di auguri tra i Soci e gli Amici dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri.
Interverrà Marco Cassini, autore della recente pubblicazione Antologia di Antonio Rubino "L’amore di Antonio Rubino per la Liguria", Philobiblon Editrice, che illustrerà, anche con ausilio delle sue illustrazioni, il suo amore per la terra ligure.

Antonio Rubino (Sanremo, 15 maggio 1880 – Baiardo, 1 luglio 1964) è stato uno dei precursori nell'attività di disegnatore di storie per vignette in Italia. Laureatosi in legge a Torino, trovò in questa disciplina i primi pretesti tematici per comporre poesie burlesche che recitava agli amici. Giornalista per ragazzi, favolista, autore di libretti e di commedie, decoratore di ambienti, scenografo, attore, polemista, regista di disegni animati e persino, nei ritagli di tempo, raccoglitore di olive – così Rubino si definisce nel Curriculum ridiculum. Ma fu anche poeta, pittore, illustratore, ceramista, compositore musicale.
Inizia a collaborare con il Giornalino della Domenica nel 1907 e alla fine dell'anno successivo passa al Corriere dei piccoli, diventando uno dei più prolifici e importanti autori di questo popolarissimo settimanale, per il quale crea numerosi personaggi: da Pierino a Quadratino, da Pino e Pina a Lola e Lalla.
Durante la Prima guerra mondiale collabora assiduamente a La Tradotta, "giornale settimanale della 3a armata" destinato ai soldati, per il quale crea il caporale C. Piglio, sempre pronto a elargire consigli non richiesti a chiunque gli capiti a tiro, e l'eroico Muscolo Mattia.
Nel 1927 passa al Balilla, disegnando le favole di Esopo, e due anni dopo fonda e dirige Mondo Bambino (1930-1931) per i grandi magazzini La Rinascente di Milano.
Dal 1926 collabora anche con la Casa Editrice Cartoccino di Monza, per la quale illustra la "Antologia poetica del fanciullo" di Alberto Dorico e dirige nel 1929 la collana illustrata "Un libro una lira". Nel 1931 inizia la lunga collaborazione con la Mondadori, assumendo la direzione di Topolino e di Paperino. Dopo il secondo conflitto mondiale, fino alla sua morte, Rubino collabora a varie testate: "Bambola" (1947), "Gazzetta dei Piccoli" (1947), "Modellina" (1947).
 

di Mario Guglielmi

27/12/2013

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Questa sera

"Riva Ligure Incontra", secondo appuntamento della serie di iniziative culturali

Riva Ligure - La rassegna prosegue alle 21.15, in Piazza Matteotti, con l'attesissima prima data in Liguria di Vittorio Dotti, noto avvocato, già deputato e vice presidente della Camera dei Deputati

Le FOTO

Inaugurata oggi la mostra 'Monete della Rivoluzione' a Palazzo Borea d'Olmo

Sanremo - Un eccezionale tesoretto di monete del ‘600 e del ‘700 sepolto a Sanremo durante la rivoluzione del 1753

Ventimiglia

Caso calabresi e 'ndrangheta a Ventimiglia. Il sindaco Ioculano risponde a Beha

Ventimiglia - Mi dispiace che un giornalista – conoscitore del mondo e delle genti – si sia dimostrato così incapace di guardare oltre le apparenze ed abbia preferito riportare impressioni stereotipate e precostituite...

Nasce un caso

A Sant'Anna di Diano Marina la tradizionale processione notturna, ma il percorso è stato cambiato

Diano Marina - La cerimonia, come consuetudine, ha preso avvio dalla locale Chiesa e, contrariamente agli anni passati, ha subito un cambio di percorso, tagliando completamente fuori l'area compresa tra l'Hotel Jasmin, Golfo e Palme e l'Hotel Arc en Ciel

FOTO e VIDEO

Torna ai sanremesi l'area di Pian di Nave, un piazzale sul mare dalla bellezza e fascino unici

Sanremo - Una mattinata piena di emozioni, visto che nell'area di Pian di Nave hanno avuto luogo due intitolazioni a due illustri sanremesi: la prima al caporal maggiore degli alpini Tiziano Chierotti morto in Afghanistan e la seconda al partigiano Vittò

==YES==NO



al