Argentina Calcio Regione Liguria Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Panorama Sport

Oggi pomeriggio

A Bordighera scambio di auguri tra i soci e gli amici dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri




Bordighera - Marco Cassini, autore della recente pubblicazione "Antòlogia" di Antonio Rubino (Philobiblon Eiditrice), illustrerà, anche con ausilio delle sue illustrazioni, l'amore di Antonio Rubino per la terra ligure

Oggi alle 16, nel Salone del Museo-Biblioteca “Clarence Bicknell” di Bordighera, in Via Romana 39, si svolgerà il tradizionale ricevimento di fine anno per lo scambio di auguri tra i Soci e gli Amici dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri.
Interverrà Marco Cassini, autore della recente pubblicazione Antologia di Antonio Rubino "L’amore di Antonio Rubino per la Liguria", Philobiblon Editrice, che illustrerà, anche con ausilio delle sue illustrazioni, il suo amore per la terra ligure.

Antonio Rubino (Sanremo, 15 maggio 1880 – Baiardo, 1 luglio 1964) è stato uno dei precursori nell'attività di disegnatore di storie per vignette in Italia. Laureatosi in legge a Torino, trovò in questa disciplina i primi pretesti tematici per comporre poesie burlesche che recitava agli amici. Giornalista per ragazzi, favolista, autore di libretti e di commedie, decoratore di ambienti, scenografo, attore, polemista, regista di disegni animati e persino, nei ritagli di tempo, raccoglitore di olive – così Rubino si definisce nel Curriculum ridiculum. Ma fu anche poeta, pittore, illustratore, ceramista, compositore musicale.
Inizia a collaborare con il Giornalino della Domenica nel 1907 e alla fine dell'anno successivo passa al Corriere dei piccoli, diventando uno dei più prolifici e importanti autori di questo popolarissimo settimanale, per il quale crea numerosi personaggi: da Pierino a Quadratino, da Pino e Pina a Lola e Lalla.
Durante la Prima guerra mondiale collabora assiduamente a La Tradotta, "giornale settimanale della 3a armata" destinato ai soldati, per il quale crea il caporale C. Piglio, sempre pronto a elargire consigli non richiesti a chiunque gli capiti a tiro, e l'eroico Muscolo Mattia.
Nel 1927 passa al Balilla, disegnando le favole di Esopo, e due anni dopo fonda e dirige Mondo Bambino (1930-1931) per i grandi magazzini La Rinascente di Milano.
Dal 1926 collabora anche con la Casa Editrice Cartoccino di Monza, per la quale illustra la "Antologia poetica del fanciullo" di Alberto Dorico e dirige nel 1929 la collana illustrata "Un libro una lira". Nel 1931 inizia la lunga collaborazione con la Mondadori, assumendo la direzione di Topolino e di Paperino. Dopo il secondo conflitto mondiale, fino alla sua morte, Rubino collabora a varie testate: "Bambola" (1947), "Gazzetta dei Piccoli" (1947), "Modellina" (1947).
 

di Mario Guglielmi

27/12/2013

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Fotoservizio

Al Kursaal va in scena la bellezza con Miss Europe Continental: la reginetta della serata è Sara

Bordighera - Diciotto bellissime ragazze hanno sfilato per contendersi la fascia che darà diritto ad accedere alla finale regionale del 9 agosto, sempre a Bordighera. Prossima tappa il 19 aprile a Diano Marina

Foto

Primavera ed estate da leoni con gli eventi "Lasciadire": Raid dei canotti e Tumbareli protagonisti

Ventimiglia - L'energico Bruno Scioli assieme al suo staff di volontari col patrocinio dell'amministrazione comunale di Ventimiglia hanno realizzato un calendario goliardico e divertente

Cultura

Il mito di Persefone, alle lezioni dell'Unitre Sanremo

Sanremo - Persefone, era figlia di Demetra dea del grano e dell’agricoltura ed il rapporto madre figlia era fortissimo quasi una solidarietà femminile in nome della vita

E' di Ventimiglia

Sparatoria al convegno di Magistratura Democratica: sotto la lente gli spostamenti di Bortolotti

Ventimiglia - Per quanto riguarda invece l'arma usata, la pistola ha il numero di matricola ma risulta decaduta dal registro nazionale delle armi, per via della sua vetustà

Foto

Domenica delle Palme, il sindaco Biancheri in Vaticano: "2000 parmureli donati a Papa Francesco"

Sanremo - I parmureli non hanno solo valore ornamentale ma anche un profondo significato religioso. Continuano, infatti, a portare un messaggio di gioia, di pace e di speranza, ricordando l’ingresso trionfale di Gesù nella città di Gerusalemme

==YES==NO



al