Argentina Calcio Regione Liguria Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Panorama Sport

Websicuro24.it

Benvenuti nel "Deepweb" o "Darknet", il lato segreto e oscuro di internet. Come difendersi




Sanremo - "Immaginate un posto dove sia possibile trovare inserzioni di assassini a pagamento,che offrono i loro servizi, oppure dove sia possibile cambiare completamente identità, o ancora...".

Foto3

Ben trovati amici

C’è chi lo chiama Darknet, altri web invisibile, altri ancora il web sommerso. Un luogo dove tutto è possibile, dove ogni regola morale viene a ameno, dove l’incredibile diventa normalità. Immaginate un posto dove sia possibile trovare inserzioni di assassini a pagamento,che offrono i loro servizi, oppure dove sia possibile cambiare completamente identità, o ancora trovare la guida per realizzare un ordigno nucleare, o affittare n sommergibile. Sembra di essere in un telefilm, ma è pura realtà.

Benvenuti nel Deepweb, il lato segreto e oscuro di internet. Per schiarirci meglio le idee, facciamo un esempio che calza a pennello: Siamo su una nave, in mezzo all’oceano. Dalla nostra imbarcazione avremo la possibilità di scrutare la vastità dell’ambiente che ci circonda, e ci fermeremo a riflettere quanto sia grande e sconfinato. Ma sotto la barca? Noi , dalla nostra posizione, per quanto grande sia, ne vedremo solo la superficie, sotto… tutto quello che nasconde non ci è possibile scoprirlo,ci è precluso alla vista, a meno che non ci immergiamo.

Ecco, il web invisibile è questo. Per rendervi ancora meglio l’idea di cosa stiamo argomentando, sappiate che uno studio di anni fa ha stimato in circa 550 MILIARDI i contenuti presenti sul WordWideWeb. Ma la cosa pazzesca e che solo 3 MILIARDI di essi sono trovabili tramite Google, il principale e più potente motore di ricerca del mondo, meno del 1%, il resto è invisibile. Sembra incredibile, ma è così.

Darknet è un posto tanto vasto quanto introvabile. Per comprendere bene come funzioni , dobbiamo ragionare un po al contrario. Qual è lo scopo di un normale sito? Quello di essere il più visibile possibile, giusto? Più è visibile più è importante. Ecco , nel DeepWeb è il contrario. Meno un sito è visibile, meglio è.  I normali motori di ricerca “ surfano “ il web 24 ore su 24, per “ indicizzare” il contenuto, ossia, tramite una serie di algoritmi rilevano i siti che nascono ed esistono. Questi siti, a loro volta cercano di essere trovati il più possibile dai motori di ricerca, per cercare di scalere sempre di più le posizioni iniziali dei risultati di
ricerca, e di conseguenza essere sempre più famosi.

La regola di DarkNet è l’opposto. Un sito deve essere invisibile, e non deve essere trovato da nessun motore di ricerca. Alla stessa maniera, anche noi, per poter “immergerci” nel DeepWeb dobbiamo essere invisibili, utilizzando una serie di software non proprio alla portata d’utilizzo di tutti.  Tralasciamo l’aspetto tecnico della cosa, non ci interessa, sarebbe noioso, ma scopriamo dove ci stiamo “immergendo”.

FOTO1

Vedete questa Homepage? Possiamo provare quanto vogliamo a cercarla con i normali criteri che usiamo tutti i giorni, al massimo possiamo arrivare qui FOTO2. Non la troveremo mai, a meno che non decidessimo di addentrarci in DarkNet, appunto. Il web invisibile offre tutto. Una parte è buona, possiamo trovarci forum e blog dei più svariati argomenti, soprattutto su film e musica ( guarda caso) , ma anche cucina, moda, stili di vita , e via discorrendo.

Ma una parte, una grossa parte, è decisamente cattiva. Si va dal killer a pagamento allo scienziato che offre nuove e incredibili droghe sintetiche, dalla maledettissima pedopornografia al traffico di armi e bombe. C'è  chi propone anche guide per costruire ordigni nucleari e chi affitta sottomarini per trasporto di vario tipo: Armi, appunto, droga, documenti segreti, persone rapite, e altro ancora.

Codici segreti per interfacciarsi con i satelliti o i tabelloni luminosi delle autostrade o spie e mercenari su commissione, con tanto di curriculum e feedbak. Per citare uno dei più famosi utilizzatori di Darknet facciamo un nome che tutti conosciamo : Julian Assange, fondatore di WikiLeks, che non molto tempo fa mise a soqquadro la politica internazionale con la pubblicazioni di migliaia di documenti segreti, rubate dai Pc di politici e ambasciate di tutto il mondo. Questi documenti furono pubblicati , appunto sul DarkWeb.In questo luogo oscuro e pericoloso la droga la fa da padrona. Sono migliaia i siti e forum dove si offre il marciume al libero acquisto. Ma non finisce qui. Possiamo trovare anche pagine di gruppi satanisti, di stregoneria e occultismo.

Insomma, per farla breve, un luogo tanto vasto quanto pericoloso. Per capire bene di cosa si trattasse, qualche tempo fa io mi ci sono addentrato, e vi sconsiglio vivamente di farlo. Aldilà del fatto che non è semplicissimo entrarci, vi assicuro che può essere molto pericoloso. Servono software di protezione particolari e si rischia in qualsiasi momento di prendere Virus che possono danneggiare gravemente i nostri pc, senza contare che, logicamente, anche tutte le agenzie di sicurezza a livello mondiale monitorizzano il Web oscuro, e si rischia di trovarsi coinvolti i cose molto spiacevoli, senza rendersene conto.

Il fenomeno DeepWeb sta crescendo a dismisura , negli ultimi tempi, tantè che anche il famoso gruppo Anonymus se ne interessato. Mesi fa hanno sferrato un attacco congiunto ad uno dei più grossi server ospitante materiale pedopornografico, oscurandolo e rendendo noti i dati degli iscritti e dei visitatori a C.I.A, F.B.I e altri organismi di polizia.

Ma come detto all’inizio di questo articolo, il BlakWeb non è solo marciume, anche qui si posso trovare associazioni di difesa contro i crimini informatici. Questi enti sono presenti nel lato oscuro del web, proprio per reclutare quelle persone che siano in grado di raggiungerli, perché vuol dire che sono preparate ad un buon livello in materia di informatica,di navigazione anonima, e viene richiesto loro se siano interessate a mettere al servizio comune le loro conoscenze e la loro preparazione.

Come in tutte le cose, tutte, ci sono le due facce della medaglia, e la nostra speranza e che la faccia buona, prima o poi, vinca la guerra. Per questa settimana è tutto. Vi lascio , sulla scia dell’ultimo speciale sullo spam, una foto di un nuovo tipo di phishing, quello per motori di ricerca. Quindi da oggi occhio anche a questi falsi siti, perfettamente clonati FOTO10.

Alla prossima
Edoardo Perotto



30/11/2012

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Venerdì prossimo

Il 28 novembre Consiglio Comunale a Ventimiglia: tutti i punti all'Ordine del Giorno

Ventimiglia - L’assise si terrà a partire dalle ore 20 nel Municipio di piazza della Libertà.

Ordinanza sindacale

Disagi in valle Argentina: dichiarata NON POTABILE L'ACQUA A MOLINI DI TRIORA

Molini di Triora - In particolare, Sono coinvolte dall’ordinanza le popolazioni di Agaggio superiore e inferiore, Aigovo, Andagna, Glori, Grattino, Gavano, Ferriera e Molini

Pallavolo

Discreto inizio nell’under 17 per il Sanremo Volley NLP

Sanremo - Sicuramente soddisfatto il coach Ciogli che questo sabato esordirà coi propri ragazzi nel campionato under 15 coi pari età del Valsteria Golfi Diano Alassio, partita in programma alle ore 18 a Villa Citera

Soccorso

Safety School a San Bartolomeo al Mare, oggi le trappole dell'informatica

San Bartolomeo al Mare - Neglia: "Proseguiamo sul cammino iniziato anni fa grazie alla spinta propositiva di Stefano Casalino e Ornella Arimondo"

Ordinanza

Scuola Materna di Via Degli Ulivi - Proroga Ordinanza Contingibile ed urgente n. 417 del 18.11.2014

Imperia - Richiamata l'ordinanza n. 417 del 18.11.2014 con cui veniva disposta la chiusura dell'aula computers e del refettorio della scuola materna di Via Degli Ulivi fino a tutto venerdì 21 novembre 2014

==YES==NO
Foto3 Foto2 Foto1



al