Argentina Calcio Regione Liguria Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Il Punto Panorama Sport

Udienza il prossimo 12 ottobre

Accusati di aver rubato su 4 auto di turisti: confermato il carcere per Arleo e Iamundo




Sanremo - I due ventimigliesi, arrestati dalla Polizia, sono accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia

Pietro Arleo e Girolamo Iamundo

Si e' aperto, stamani, in tribunale a Sanremo, con la conferma della custodia cautelare in carcere e il rinvio del processo al prossimo 12 ottobre, il rito direttissimo nei confronti di: Pietro Arleo, 26 anni e Gilberto Iamundo, di 34 anni, i due ventimigliesi accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia, arrestati dalla polizia, grazie a un turista-detective olandese, che ha incastrato i due ladri fotografandoli con un teleobiettivo, durante la fuga.

Difesi dall'avvocato Mario Ventimiglia, i due imputati sono comparsi in aula stamattina. I fatti. Le auto sono state forzate e razziate del contenuto: videocamere, denaro contante, cellulari, navigatori, indumenti e altri oggetti personali. I due, con precedenti specifici alle spalle, hanno concentrato la loro attenzione su due Volkswagen, una Opel e una Citroen. T

utta la refurtiva l'hanno, poi, trasferita su una Panda. Grazie al tempestivo intervento delle Volanti, che si trovavano in zona, la coppia di ladri e' stata inseguita e raggiunta. I due hanno provato a confondere le acque, gettando la refurtiva in un dirupo, ma hanno fatto poca strada. Uno dei due aveva abbandonato l'auto a Ventimiglia Alta, ma è stato preso, mentre si allontanava dal parcheggio; l'altro si era rifugiato in un bar poco distante.

Entrambi hanno provato a negare le proprie responsabilità, ma non avevano fatto i conti con un turista olandese che, nel frattempo, aveva fermato la Volante, consegnando “al volo”, alcune foto prese da lunga distanza con un teleobiettivo professionale nelle quali, l'aspirante detective, aveva "immortalato" la scena. La foto migliore ritrae uno dei due che corre verso la Panda con la refurtiva in mano. Entrambi accusati di furto aggravato, dovranno saranno processati per direttissima. Parte della refurtiva è stata recuperata e verrà presto restituita ai legittimi proprietari.


di Fabrizio Tenerelli

09/09/2011

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

La FOTO

Il sindaco Alberto Biancheri ha incontrato i nazionali italiani di Downhill

Sanremo - I tre atleti hanno consegnato al sindaco la maglietta da gara ufficiale della nazionale italiana.

Sono in corso verifiche

Chiusura scuola “G.B. Soleri”: sul sito e all'albo verranno comunicate le nuove disposizioni

Taggia - Le lezioni sono temporaneamente sospese in attesa di nuove disposizione che saranno comunicate al più presto e all’albo esterno della scuola e sul sito dell’I.C. Taggia all’indirizzo www.dirscotaggia.it

QUESTA MATTINA

Imprenditore 44enne trovato MORTO IN CASA a San Biagio della Cima: disposta l'autopsia

San Biagio della Cima - Nonostante l’intervento “di routine” da parte dei carabinieri della Compagnia di Bordighera e il già citato esame autoptico di prossima esecuzione, sembra che la morta sia dovuta a cause naturale, forse ad un infarto.

Musica

Ospedaletti: Domenica 26 inaugurazione della scuola di musica “E.M.I. – European Musician Institute”

Ospedaletti - La scuola offre un metodo innovativo con un insegnamento individualizzato e finalizzato in base alle caratteristiche dell'allievo

IMPERIA

Il "Movimento civico La Svolta" avverte: "La lotta al punteruolo rosso è obbligo di legge"

Imperia - "Vuole l'amministrazione finalmente cominciare a darsi una regolata rispettando perlomeno le leggi vigenti oltre che quella prima del buon senso?"

==YES==NO
Pietro Arleo e Girolamo Iamundo



al