Argentina Calcio Regione Liguria Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Panorama Sport

Udienza il prossimo 12 ottobre

Accusati di aver rubato su 4 auto di turisti: confermato il carcere per Arleo e Iamundo




Sanremo - I due ventimigliesi, arrestati dalla Polizia, sono accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia

Pietro Arleo e Girolamo Iamundo

Si e' aperto, stamani, in tribunale a Sanremo, con la conferma della custodia cautelare in carcere e il rinvio del processo al prossimo 12 ottobre, il rito direttissimo nei confronti di: Pietro Arleo, 26 anni e Gilberto Iamundo, di 34 anni, i due ventimigliesi accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia, arrestati dalla polizia, grazie a un turista-detective olandese, che ha incastrato i due ladri fotografandoli con un teleobiettivo, durante la fuga.

Difesi dall'avvocato Mario Ventimiglia, i due imputati sono comparsi in aula stamattina. I fatti. Le auto sono state forzate e razziate del contenuto: videocamere, denaro contante, cellulari, navigatori, indumenti e altri oggetti personali. I due, con precedenti specifici alle spalle, hanno concentrato la loro attenzione su due Volkswagen, una Opel e una Citroen. T

utta la refurtiva l'hanno, poi, trasferita su una Panda. Grazie al tempestivo intervento delle Volanti, che si trovavano in zona, la coppia di ladri e' stata inseguita e raggiunta. I due hanno provato a confondere le acque, gettando la refurtiva in un dirupo, ma hanno fatto poca strada. Uno dei due aveva abbandonato l'auto a Ventimiglia Alta, ma è stato preso, mentre si allontanava dal parcheggio; l'altro si era rifugiato in un bar poco distante.

Entrambi hanno provato a negare le proprie responsabilità, ma non avevano fatto i conti con un turista olandese che, nel frattempo, aveva fermato la Volante, consegnando “al volo”, alcune foto prese da lunga distanza con un teleobiettivo professionale nelle quali, l'aspirante detective, aveva "immortalato" la scena. La foto migliore ritrae uno dei due che corre verso la Panda con la refurtiva in mano. Entrambi accusati di furto aggravato, dovranno saranno processati per direttissima. Parte della refurtiva è stata recuperata e verrà presto restituita ai legittimi proprietari.


di Fabrizio Tenerelli

09/09/2011

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

30mila imprese in Italia

FdI-AN di Sanremo concorde con Fidanza:"BALNEARI TRADITI GOVERNO PREPARA ASTE PER LE NOSTRE SPIAGGE"

Sanremo - "Il Governo ora smentisca categoricamente le bozze circolate e dica chiaramente davanti al Paese e agli operatori cosa vuole fare"

I FATTI LO SCORSO MARZO

CADAVERE DI STRADA ORTIGARA - Tre arresti dei carabinieri per la morte del tunisino Edi Mohmed

Sanremo - Sono anche indagati per aver illecitamente detenuto considerevoli quantità di sostanza stupefacente del tipo cocaina all’interno dell’appartamento dove vivevano e, in stato di libertà, per l’omicidio di Edi Mohmed.

NON SOLO ARCHEOLOGIA

Ventimiglia, doppio appuntamento culturale

Ventimiglia - "Commercio nella Liguria di Ponente durante l'età augustea e la prima età imperiale: i dati archeologici": sabato 29. Balzi Rossi, "Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità": 3 dicembre

Un atto importante

Il Comune di Ventimiglia aderisce all’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea

Ventimiglia - L’adesione all’Istituto Storico è un primo atto per mobilitare tutte le forze culturali, sindacali, politiche della città per ricordare il 70° della Resistenza e valorizzarne l’attualità come punto fermo e chiaro per le nuove generazioni

In mattinata

DUE GIOVANI SORPRESI CON L'HASHISH A DOLCEDO: segnalati alla Prefetturadai Carabinieri

Dolcedo - I militari durante un apposito servizio, hanno sorpreso i due ragazzi mentre stavano consumando la sostanza stupefacente in una via centrale del Paese. Alla vista dei Carabinieri, i giovani, hanno nascosto un pezzo di hashish all’interno di un contatore

==YES==NO
Pietro Arleo e Girolamo Iamundo



al