Argentina Calcio Regione Liguria Tenerelli Photo Art Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Il Punto Panorama Sport

Udienza il prossimo 12 ottobre

Accusati di aver rubato su 4 auto di turisti: confermato il carcere per Arleo e Iamundo




Sanremo - I due ventimigliesi, arrestati dalla Polizia, sono accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia

Pietro Arleo e Girolamo Iamundo

Si e' aperto, stamani, in tribunale a Sanremo, con la conferma della custodia cautelare in carcere e il rinvio del processo al prossimo 12 ottobre, il rito direttissimo nei confronti di: Pietro Arleo, 26 anni e Gilberto Iamundo, di 34 anni, i due ventimigliesi accusati di aver messo a segno,quattro furti, ai danni di altrettante vetture di turisti, in frazione Fanghetto, a Olivetta San Michele, Comune dell'alta val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia, arrestati dalla polizia, grazie a un turista-detective olandese, che ha incastrato i due ladri fotografandoli con un teleobiettivo, durante la fuga.

Difesi dall'avvocato Mario Ventimiglia, i due imputati sono comparsi in aula stamattina. I fatti. Le auto sono state forzate e razziate del contenuto: videocamere, denaro contante, cellulari, navigatori, indumenti e altri oggetti personali. I due, con precedenti specifici alle spalle, hanno concentrato la loro attenzione su due Volkswagen, una Opel e una Citroen. T

utta la refurtiva l'hanno, poi, trasferita su una Panda. Grazie al tempestivo intervento delle Volanti, che si trovavano in zona, la coppia di ladri e' stata inseguita e raggiunta. I due hanno provato a confondere le acque, gettando la refurtiva in un dirupo, ma hanno fatto poca strada. Uno dei due aveva abbandonato l'auto a Ventimiglia Alta, ma è stato preso, mentre si allontanava dal parcheggio; l'altro si era rifugiato in un bar poco distante.

Entrambi hanno provato a negare le proprie responsabilità, ma non avevano fatto i conti con un turista olandese che, nel frattempo, aveva fermato la Volante, consegnando “al volo”, alcune foto prese da lunga distanza con un teleobiettivo professionale nelle quali, l'aspirante detective, aveva "immortalato" la scena. La foto migliore ritrae uno dei due che corre verso la Panda con la refurtiva in mano. Entrambi accusati di furto aggravato, dovranno saranno processati per direttissima. Parte della refurtiva è stata recuperata e verrà presto restituita ai legittimi proprietari.


di Fabrizio Tenerelli

09/09/2011

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Anche quest'anno

Si rinnova anche il connubio tra il British Institutes Sanremo e la Fondazione Rubini di Ceriana

Ceriana - Il 26 settembre alle ore 15.30 presso la sede della Fondazione si terrà una riunione per la presentazione del nuovo programma didattico e nell'occasione sarà gia possibile procedere alle iscrizioni ai corsi

Indagine della Procura

False carte di credito prepagate per la benzina, almeno 10 persone ingannate anche in provincia

L’offerta veniva anche promossa su un sito internet attivato il 7 luglio e chiuso su ordine dell’autorità giudiziaria savonese dopo l’avvio dell’inchiesta

Capaccio nuovo comandante

A Vallecrosia la Polizia Municipale dopo 46 anni ha un nuovo regolamento

Vallecrosia - Dovranno esserci dieci agenti, più due ispettori e un funzionario comandante. Ora i vigili sono in tutto otto, entro dicembre sarà lanciato il bando di concorso

In tribunale a Imperia

Furto dell'"auto di Batman", ristoratore dianese assolto dall'accusa di simulazione

L’accusa di simulazione di furto è caduta e l’imputato è stato assolto perchè il fatto non sussiste. Nel luglio del 2008 Baldini denunciò il furto della macchina, che stava in un posteggio privato a Villa Faraldi

R&B Agricoltura

A Bordighera presentato "Il Libro nero dell’Agricoltura" di Davide Ciccarese

Bordighera - E’ dalla sinergia che nascono grandi progetti, nell’intento di promuovere ai giovani l‘amore per la terra attraverso una migliore conoscenza del proprio territorio dal punto di vista culturale, agronomico e ambientale

==YES==NO
Pietro Arleo e Girolamo Iamundo



al