Quaresima24 Festival di Sanremo Regione Liguria Tenerelli Photo Art Psicologo Risponde Riviera24 Sport Casa & Design Websicuro24 Matuziana Calcio Confartigianato ASL Informa Fisascat I lettori di R24 Il Punto Panorama Sport

In tribunale a Sanremo

La truffa dei falsi titoli nobiliari e delle raccomandazioni dal Vaticano: gup nega patteggiamento




Sanremo - Enrico Malatesta Della Penna In Sogliano, 59 anni, romano, si era fatto consegnare oltre 46mila euro da uno sprovveduto per la vendita di titoli nobiliari e per sistemare il figlio presso la S.Sede. Per il giudice: 1 anno e 4 mesi è una pena troppo bassa
n cambio di oltre 46mila euro aveva venduto falsi titoli nobiliari a uno sprovveduto conoscente, al quale aveva promesso di sistemare il figlio millantando amicizie in Vaticano. Stamani, all'atto dell'udienza preliminare, in tribunale a Sanremo, il gup Eduardo Bracco ha negato il patteggiamento a 1 anno e 4 mesi, perché troppo esiguo, nei confronti di: Enrico Malatesta Della Penna In Sogliano, 59 anni, romano, che tra il 2008 e il 2009, a Bordighera e Sanremo, ha messo a segno la clamorosa truffa. Parte offesa è un padre di famiglia: Gaddo Augusto Genova, che nel rincorrere un sogno, si è visto togliere dalle tasche: 46.198,86 euro (mediante assegni, accreditamento bancario o su post-pay); mentre altri 35mila euro, fortunatamente, sono stati bloccati prima dell'incasso.

Per quanto riguarda i titoli nobiliari, Malatesta aveva presentato al suo acquirente una serie di false sentenze, emesse il 15 e il 18 settembre del 2009 dal Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, con cui si attribuivano a Gaddo i titoli di: “Conte di Pettinengo”, “Signore di Venezia”, “Nobile di Belluno” e “Signore di Biella e Torino”. Ma non e' tutto. Con altre due missive del 15 e 27 settembre del 2009, apparentemente provenienti dalla Congregazione per le cause dei Santi – con parere favorevole della nomina “Pro Corpus Advocatorum Sanctae Sedios – aveva mostrato la nomina del figlio Vittorio Emanuele a procuratore dei Palazzi Apostolici per la S.S. Congregazione.

La decisione del gup di non concedere il patteggiamento chiesto dalla difesa, consiste nel fatto che l'imputato non aveva ancora risarcito la parte lesa per il danno subito. In attesa che l'imputato ottemperi a quanto richiesto, il gup ha rinviato il procedimento ad altra udienza.


di Fabrizio Tenerelli

14/07/2011

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Baby Gang

Sorpresi con scooter rubato nei guai 4 minorenni francesi a Ventimiglia già si parla di Baby Gang

Ventimiglia - Ieri sera il Nucleo Radio Mobile di Ventimiglia ha fermato 4 minorenni di origine Arabo-francesi residenti a Mentone. I 4 avevano appena rubato uno scooter 50 nella centralissima via Roma.

Archeologia

Mercoledì 23 aprile a Ventimiglia la seconda lezione che avrà per tema: "La via Eraklea"

Ventimiglia - Indagini archeologiche di superfice tra i boschi di San Romolo condotte dal gruppo A rcheonervia composto da Andrea Eremita, Bruno Calatroni, Stefano Albertieri e Paolo Ciarma, hanno portato alla scoperta di un altare sacrificale e una tomba a tumulo

Sport

Tennistavolo, con il Grand Prix di Bordighera si è conclusa la Coppa Liguria

In campo femminile hanno primeggiato Chiara Donetti e Elena Valassina, entrambe tesserate per il Bordighera, battendo tutte le altre quattro coppie in gara. Seconda posizione per Maya Pino / Francesca Brea (Regina Sanremo)

Scomparsa nei giorni scorsi

AC Diocesi Albenga-Imperia: "Don Rinaldo è tornato al Padre proprio all'inizio del triduo pasquale"

"Rinaldo, un prete innamorato di Cristo e della sua Chiesa; un uomo determinato e sorridente nel seguire e servire il Bene; una persona capace di accogliere con le parole e la Parola, capace di far sentire chiunque semplicemente speciale"

Dopo il successo di ieri

Anche oggi, lunedì di Pasqua, si replica "Arte in Piazza" ad Apricale

Apricale - A far da punto d’attrazione le varie esposizioni di arte, artigianato e prodotti tipici che si potranno apprezzare anche oggi dalle 11

==YES==NO



al