Regione Liguria Tenerelli Photo Art Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Il Punto Panorama Sport

In tribunale a Sanremo

La truffa dei falsi titoli nobiliari e delle raccomandazioni dal Vaticano: gup nega patteggiamento




Sanremo - Enrico Malatesta Della Penna In Sogliano, 59 anni, romano, si era fatto consegnare oltre 46mila euro da uno sprovveduto per la vendita di titoli nobiliari e per sistemare il figlio presso la S.Sede. Per il giudice: 1 anno e 4 mesi è una pena troppo bassa
n cambio di oltre 46mila euro aveva venduto falsi titoli nobiliari a uno sprovveduto conoscente, al quale aveva promesso di sistemare il figlio millantando amicizie in Vaticano. Stamani, all'atto dell'udienza preliminare, in tribunale a Sanremo, il gup Eduardo Bracco ha negato il patteggiamento a 1 anno e 4 mesi, perché troppo esiguo, nei confronti di: Enrico Malatesta Della Penna In Sogliano, 59 anni, romano, che tra il 2008 e il 2009, a Bordighera e Sanremo, ha messo a segno la clamorosa truffa. Parte offesa è un padre di famiglia: Gaddo Augusto Genova, che nel rincorrere un sogno, si è visto togliere dalle tasche: 46.198,86 euro (mediante assegni, accreditamento bancario o su post-pay); mentre altri 35mila euro, fortunatamente, sono stati bloccati prima dell'incasso.

Per quanto riguarda i titoli nobiliari, Malatesta aveva presentato al suo acquirente una serie di false sentenze, emesse il 15 e il 18 settembre del 2009 dal Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, con cui si attribuivano a Gaddo i titoli di: “Conte di Pettinengo”, “Signore di Venezia”, “Nobile di Belluno” e “Signore di Biella e Torino”. Ma non e' tutto. Con altre due missive del 15 e 27 settembre del 2009, apparentemente provenienti dalla Congregazione per le cause dei Santi – con parere favorevole della nomina “Pro Corpus Advocatorum Sanctae Sedios – aveva mostrato la nomina del figlio Vittorio Emanuele a procuratore dei Palazzi Apostolici per la S.S. Congregazione.

La decisione del gup di non concedere il patteggiamento chiesto dalla difesa, consiste nel fatto che l'imputato non aveva ancora risarcito la parte lesa per il danno subito. In attesa che l'imputato ottemperi a quanto richiesto, il gup ha rinviato il procedimento ad altra udienza.


di Fabrizio Tenerelli

14/07/2011

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

Stamani

Scontro auto-scooter sull'Aurelia a Vallecrosia: ferito un 63enne

Vallecrosia - L’uomo, invece, è stato soccorso da un equipaggio della Croce Azzurra, i cui volontari lo hanno stabilizzato, portandolo al pronto soccorso di Sanremo in condizioni che non sembrano gravi

Stamani sull'Aurelia

Drammatico incidente in scooter a Vallecrosia: GRAVE il milite della Croce Verde Gaetano Vigliarolo

Vallecrosia - Ha riportato la frattura di tre vertebre. Mistero sulla dinamica. forse un'auto gli ha tagliato la strada. indagano i carabinieri. Il 39enne potrebbe essere trasferito al Santa Corona

Come iscriversi

A Ventimiglia domenica 3 agosto la grande festa del "Desbaratu"

Ventimiglia - Shopping scontato, animazione per ragazzi, musica e divertimento nel centro storico chiuso al traffico. Novità 2014, i banchetti riservati ai bambini della città di confine

Musica

A Isolabona prosegue la diciottesima edizione del Festival Internazionale delle Arpe

Isolabona - Dopo la prima serata presso il Camping Delle Rose di Isolabona continuano oggi e domani, gli "incontri con l'Arpa" legati alla 18° Edizione del Festival Internazionale delle Arpe

Ciclismo

Team Giant Gsg Ospedaletti, vittoria per Massimiliano Peirano

Ospedaletti - Il biker ligure conquista la vittoria finale nella categoria M3 al termine del challenge XC Riviera Event, conclusosi il 27 luglio con la decima tappa a Castelvecchio di Rocca Barbena (Sv). Per il reparto strada a podio Merlo e Soro

==YES==NO



al