Argentina Calcio Regione Liguria Riviera24 Sport ASL Informa I lettori di R24 Panorama Sport

Email a Riviera24

"Per andare in treno da Ventimiglia a Roma, il viaggio è a dir poco apocalittico"




Ventimiglia - La Liguria dovrebbe essere difesa maggiormente, in termini di servizi ferroviari, visto che questo disinteresse ha fortemente penalizzato il turismo, non solo ma dato un forte taglio occupazionale a tutto l’indotto
Se un povero cittadino abita a Ventimiglia, è come l’ultimo avamposto della frontiera, se vuol andare a Roma, grazie alle menti illuminate delle FFSS, il viaggio è a dir poco apocalittico.
Una premessa, per motivi turistici ed anche di chi voleva recarsi a Roma per lavoro, esisteva il del treno internazionale “369 Nizza-Roma”, che con partenza da Ventimiglia alle 22.45 ed arrivo alle 9,50 a Roma Termini e relativo treno di ritorno “368” con partenza da Roma alle ore 23 ed arrivo a Ventimiglia alle ore 7,30; permetteva un collegamento “serio” con la Capitale.
Inoltre questo treno aveva vetture anche con direzione Milano e Venezia, con servizio di cuccette, wagon lits, attraversando la Liguria, il Piemonte, la Lombardia ed il Veneto; difatti partendo da Nizza, con sosta nel Principato di Monaco, rappresentava un importante collegamento internazionale con la capitale ed il nord d’Italia.
Chissà per quale oscuro motivo, ovviamente politico, lo stesso sia stato soppresso, ristrutturando i collegamenti con Roma in maniera a dir poco fantasiosa e viaggiando in condizioni disagiate, termine eufemistico visto lo stato delle carrozze di II classe….ed i servizi annessi.
Viene da riflettere che se è una questione di risparmi, non mi sembra proprio visto che leggendo sui media : “l'ex segretario della Cgil trasporti Mauro Moretti, nominato amministratore delegato di Fs spa dal governo Prodi e l'ex direttore generale di Confindustria nell'era Montezemolo, Innocenzo Cipolletta, nominato, sempre da Prodi, presidente di Fs, entrambi confermati
da Berlusconi, con compensi che sfiorano il milione di euro, a testa, che vuol dire che ognuno riceve al giorno l'equivalente dello stipendio mensile di un dipendente pubblico”.
Ergo mi sembra qualcosa che sa di inciuciamento politico, per favorire gli interessi di qualche lobby dei soliti beneficiati; inoltre lo strano silenzio delle amministrazioni liguri e le scarse “reprimende” contro questo fatto, hanno fatto il gioco degli interessi FS SpA e NTV che proseguono imperterriti nei loro interessi.
La Liguria dovrebbe essere difesa maggiormente, in termini di servizi ferroviari, visto che questo disinteresse ha fortemente penalizzato il turismo, non solo ma dato un forte taglio occupazionale a tutto l’indotto. Sarebbe illuminante sapere il pensiero del nostri “governatori” delle provincie di Genova, Savona, La Spezia ed Imperia ; in merito a questo, ma forse a noi poveri cittadini NON è dato di sapere.

Francesco Iagher

di Riviera24

25/09/2009

Segnala l'articolo Stampa l'articolo

Altre notizie

In mattinata l'incontro

GLI AUGURI DI NATALE DELLA FONDAZIONE BOREA / FOTO

Sanremo - Il presidente Iacobucci ringrazia "lo staff, le crocerossine militari, l'ANFASS e la cooperativa il Faggio"

STANOTTE

Gambizzato il consigliere di Camporosso Cordì, LA POLIZIA ARRESTA I DUE ATTENTATORI

Ventimiglia - MAGGIORI INFORMAZIONI DOPO LA CONFERENZA STAMPA DI OGGI ALLE 15

FILANTROPIA

FONDAZIONE RIVIERA DEI FIORI ONLUS DONA 16MILA EURO A 40 ANZIANI POVERI

Sanremo - Per sostenere la Fondazione e, attraverso di essa, la popolazione della Riviera dei Fiori più bisognosa d’aiuto, si può fare un bonifico su uno dei suoi conti correnti

Valle Argentina

Badalucco, gli alunni delle scuole medie a lezione di legalità dai Carabinieri

Badalucco - D’intesa con i rispettivi insegnanti sono stati trattati di nuovo gli argomenti che interessano più da vicino gli adolescenti e approfondito dei nuovi.

FOTO

AWF Arma-Sanremo ricorda il ricercatore Gianni Ginatta a un anno dalla scomparsa

Sanremo - “Il 19 dicembre del 2013 ci ha lasciato un grande amico ed un grande studioso. Il Dott. Ginatta, agronomo presso l'Istituto Regionale per la Floricoltura di Sanremo, era infatti un ricercatore a 360 gradi"

==YES==NO



al