Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nursing Up Liguria sottoscrive accordo per “Bonus Covid-19″: «Soddisfatti per l’impianto normativo, non per le risorse»

«Gli ‘eroi’ meriterebbero ben altro trattamento. È anche per questo motivo che il 4 luglio saremo a Milano per una grande manifestazione generale»

Genova. Il sindacato del Nursing Up Liguria ha sottoscritto oggi l’accordo relativo al “Riconoscimento del maggior impegno correlato all’emergenza epidemiologica da Covid-19 del personale del servizio sanitario regionale”.

«Siamo soddisfatti – commenta Enrico Boccone, segretario regionale Nursing Up Liguria – per l’impianto normativo, essendo state accettate tutte le nostre osservazioni relative al personale avente diritto al “bonus”. In particolare, siamo contenti per aver ottenuto con questo accordo il posizionamento nella massima fascia di tutto il personale contagiato o posto in isolamento fiduciario dalle aziende e la possibilità di estendere il riconoscimento ad altri colleghi. Rimaniamo, invece, estremamente critici sull’ammontare delle risorse messe a disposizione, pur riconoscendo un certo impegno da parte della Regione, e di conseguenza sulle cifre individuali, che riteniamo totalmente inadeguate rispetto all’impegno profuso ed al rischio corso. Parliamo infatti di cifre estremamente basse, una volta decurtate dagli oneri riflessi e dalle trattenute in busta paga. Un lavoratore in fascia A, infatti, si troverà in busta circa 600 euro netti, uno in fascia B circa 300, uno in fascia C circa 170. Tutto ciò partendo da una cifra iniziale di 1400 – 800 – 400 per le rispettive tre fasce».

«Gli ‘eroi’ – prosegue Boccone -, meriterebbero ben altro trattamento. Questa è la dimostrazione che non sono certo i vari “bonus” che possono dare una risposta alla sacrosanta richiesta da parte dei professionisti di un adeguamento contrattuale strutturale ed importante che potrà avvenire solamente con una ‘distinta area di contrattazione’ per i professionisti sanitari del comparto. È anche per questo motivo che il 4 luglio saremo a
Milano per una grande manifestazione generale».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.