Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, a Bordighera niente passeggiate con i bimbi. Sindaco Ingenito: «Non vanifichiamo nostri sacrifici»

Alla polizia locale il compito di sanzionare le persone che non rispettano le regole

Bordighera. Nessuna passeggiata con figli minori o anziani senza giustificato motivo. Lo ha deciso il sindaco di Bordighera  Vittorio Ingenito, che ha chiesto alla Polizia Locale di proseguire le verifiche puntuali volte al contenimento della diffusione del COVID -19. I vigili potranno dunque applicare le sanzioni previste dalla normativa vigente anche nel caso di genitori che escono di casa con i loro bimbi senza un giustificato motivo.

La presa di posizione del sindaco, arriva dopo la Circolare del Ministero dell’Interno che ieri ha stabilito la possibilità di fare una passeggiata, nei pressi della propria abitazione, con i bambini o gli anziani. Una scelta che, secondo le parole di Vittorio Ingenito, «rischia seriamente di vanificare tutti i sacrifici fino ad oggi sopportati dai cittadini ed espone così il personale sanitario ad ulteriori carichi di lavoro non più sopportabili».

Quella di Ingenito è una comunicazione protocollata: una circolare inviata ai dipendenti del Comune per evitare che venga allentata la guardia. «E’ evidente che il Ministero degli Interni continua a pubblicare notizie che sono contraddittorie – dice il sindaco, senza usare mezzi termini -. Prima ci dicono che i droni possono volare, poi che è vietato, poi di nuovo che possono volare… Ora con le passeggiate. È una contraddizione totale!».
Nella città che amministra, a Bordighera, ci sono mille bambini: «Se escono tutti sotto casa cosa facciamo? Il messaggio è sbagliatissimo», sostiene Ingenito, che aggiunge: «Sindaci e governatori fanno il loro dovere con coerenza, ma dall’altra parte c’è un governo centrale che non sa dare una rotta. Ci deve essere linea unica, coerente. Se questo è il Governo che ci deve guidare nella ripartenza, dopo la crisi, allora c’è da aver paura».

Parlando di Bordighera, il sindaco ha voluto anche esprimere il proprio plauso e la propria profonda gratitudine alle forze della Polizia Locale per l’incessante lavoro svolto.

A seguire, il testo della nota.
Considerato che:
– nell’ambito del monitoraggio sanitario nazionale relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio, i casi totali nel nostro Paese sono stati 105.792 ed al momento sono 77.635 le persone che risultano positive al virus;
– i pazienti ricoverati con sintomi sono 28.192, in terapia intensiva 4.023, mentre 45.420 si trovano in isolamento domiciliare;
– i deceduti sono 12.428;
– le persone guarite sono 15.729;
– a livello provinciale 207 sono le persone ospedalizzate, di cui 26 in terapia intensiva, e 717 sono le persone in sorveglianza attiva.

Tenuto altresi’ conto che:
– la curva dei casi diagnosticati, pur dirigendosi verso il plateau, non ha ancora iniziato la sua fase discendente;
– il Ministero della Sanità nella nota del 31/03/2020, pubblicata sul suo sito istituzionale, evidenzia come le misure di contenimento del virus debbano continuare ad essere applicate;
– la tutela del personale sanitario impegnato nella “trincea” dei nostri ospedali esige che il controllo delle misure adottate per il contenimento del virus sia sempre applicato in maniera rigida e severa;
– l’Amministrazione Comunale di Bordighera, impegnata quotidianamente nella gestione dell’emergenza con tutto il suo personale dipendente, non intende attenuare i controlli sul territorio.

Nelle more di un’auspicata presa di posizione di altra Istituzione Nazionale volta ad annullare il contenuto della circolare in oggetto, che rischia seriamente di vanificare tutti i sacrifici fino ad oggi sopportati dai cittadini e che espone così il personale sanitario ad ulteriori carichi di lavoro non più sopportabili.

Chiedo di continuare le verifiche puntuali volte al contenimento della diffusione del Virus e di applicare le sanzioni previste dalla normativa vigente anche nel caso di genitori che escono di casa con i loro bimbi senza giustificato motivo.

Colgo l’occasione per esprimere a tutti i componenti del corpo di Polizia Locale il mio plauso e la mia profonda gratitudine per lo straordinario lavoro svolto in queste settimane così drammatiche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.