Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Roberto Biffi torna all’Ospedaletti Calcio, si occuperà del settore giovanile: «Qui è come casa, non mi sono mai sentito un ex»

Il suo ingresso nello staff orange arricchisce la ‘rosa’ di ex calciatori professionisti a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie

Ospedaletti. Importante acquisto dal grande valore sportivo e umano per il settore giovanile dell’Ospedaletti. Ritorna a vestire i colori orange Roberto Biffi, ex calciatore professionista e figura di spicco nel mondo calcistico ligure. Collaborerà con l’Ospedaletti, a disposizione di tutte le leve dell’attività agonistica, proprio per mettere sul campo la sua grande esperienza di stampo professionale, sia nell’impostazione dei ragazzi che nella preparazione dello staff.

Difensore classe ’65 cresciuto nel settore giovanile del Milan, Biffi ha poi vestito le maglie di importanti società professionistiche come Foggia, Modena, Prato, Parma, Mantova e Fidelis Andria, ma soprattutto Palermo. Con i rosanero ha collezionato ben 319 presenze tra il 1988 e il 1999, diventando una delle colonne portanti della squadra.

Dal 2000 in poi ha scelto la Liguria come seconda casa giocando con Savona, Sanremese e Ventimiglia, prima di iniziare la carriera da allenatore che, tra le altre (da non dimenticare il ruolo di vice con il Botev Plovdiv nella massima serie bulgara), lo ha visto anche sedere sulla panchina dell’Ospedaletti dal 2016 al 2018.

Ora il suo grande ritorno a disposizione dei più piccoli, dei calciatori del futuro. Il suo lavoro si focalizzerà in particolare sull’allenamento e la crescita mentale dei ragazzi, un aspetto cruciale che chi ha calcato campi importanti sa come affrontare.

«Siamo onorati di poter annunciare un ingresso così prestigioso nel nostro staff – commenta il presidente dell’Ospedaletti Luca Barbagallo – vogliamo continuare a valorizzare gli ex calciatori professionisti che si mettono a disposizione per migliorare le competenze del nostro settore giovanile che deve essere un fiore all’occhiello della nostra società nel panorama calcistico regionale. Investiamo e continueremo a investire nelle future generazioni di calciatori e uomini di sport. Vogliamo garantire sempre la migliore offerta tecnica e sportiva per i ragazzi e per le
loro famiglie».

L’ingresso di Roberto Biffi nello staff orange arricchisce la ‘rosa’ di ex calciatori professionisti a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie. Da José Espinal a mister Andrea Caverzan passando per il direttore sportivo Fabio Vignaroli, a Ospedaletti si respira aria di calcio che conta. Sportivi e uomini di grande valore per far crescere le future generazioni di calciatori. Un valore aggiunto non da poco nel panorama locale che si aggiunge alla sempre più stretta collaborazione ufficiale con il Genoa per la crescita dei calciatori e degli allenatori.

«È un ritorno, ma è come non fossi mai andato via, non mi sono mai sentito un ex – dichiara Roberto Biffi al suo ritorno in orange – sono sempre stato presente al campo e mi sono sempre sentito legato a questi colori. Voglio dare il mio contributo alle squadre e ai ragazzi, mi metto a disposizione di tutti. Quando la società mi ha proposto questa opportunità non ho avuto esitazioni data l’affinità che mi lega ai dirigenti dell’Ospedaletti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.