Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Ospedaletti la prima tappa della rassegna “Cervo in blu d’inchiostro”. Tanti i giudizi positivi foto

Il prossimo incontro, in prossimità della Festa della dDonna, sarà il 6 marzo

Più informazioni su

Ospedaletti. La prima tappa della rassegna “Cervo in blu d’inchiostro, la Riviera dei Libri” per la prima volta nella Città delle Rose, secondo quanto scrivono gli organizzatori in una nota stampa “E’stato un successo e pienone di gente nella bellissima Biblioteca fronte mare per la giovane e brillante scrittrice Annalisa Ambrosio che con il suo libro “Platone, storia di un dolore che cambia il mondo” é riuscita, con sensibilità e molta bravura ad avvicinare il mondo antico a quello contemporaneo con collegamenti attuali e sorprendenti, rendendo molto umano il grande filosofo”.

Loretta Marchi, già direttrice della Biblioteca e dei Musei di Sanremo, ha condotto l’intervista e dichiara “Sono stata molto contenta di aver collaborato alla presentazione del volume di questa giovane studiosa che invita a una rilettura di Platone partendo dalla biografia del filosofo, il cui insegnamento rimane uno dei fondamenti del pensiero occidentale. Il libro di Annalisa Ambrosio è insieme una biografia, un percorso nella filosofia greca e un ponte che l’autrice getta fra il mondo antico e il mondo contemporaneo per lettori curiosi”.

La Presidente della Associazione Cumpagnia du Servu, Laura Arimondo molto soddisfatta “Annalisa Ambrosio é splendida e poi il clima, la sede della Biblioteca, tanto tocco femminile e amorevole dentro la biblioteca e le persone di Ospedaletti molto accoglienti”.

Francesca Rotta Gentile ideatrice della Rassegna : “Grazie alla lungimiranza della amministrazione di Ospedaletti che ha voluto far parte della rassegna e fare in nome della cultura di qualità . Un primo incontro davvero molto riuscito, una atmosfera di grande calore, una biblioteca con un affaccio sul mare mozzafiato, una autrice brillante che ci ha ricordato che oggi il rischio non è morire per una idea come ha fatto Socrate ma per la mancanza di idee in cui credere”.

Il prossimo incontro a Ospedaletti, in prossimità della Festa della dDonna, sarà il 6 marzo, alle 17 con un’altra scrittrice, Annarita Briganti che presenterà il suo ultimo libro che è un omaggio a una straordinaria donna, una delle più grandi poetesse del Novecento: Alda Merini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.