Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Termosifoni spenti nelle scuole dianesi, Diano Riparte: «I bambini non erano nelle condizioni più ottimali»

«Ovviamente se, anziché far, per due volte, proclami di costruire il nuovo plesso scolastico lo si fosse davvero realizzato, magari in classe energetica "A", si sarebbe davvero potuto far a meno di accendere i termosifoni»

Diano Marina. «Segnalo che nella giornata di lunedì 11 novembre le scuole dianesi sono rimaste con termosifoni spenti, anche nelle materne. Va da se che, con edifici che risalgono, nei casi più recenti al 1958, i
bambini non erano nelle condizioni più ottimali». Con queste parole Marco Perasso di Diano Riparte segnala il disagio creatosi nelle scuole dianesi.

«Ovviamente se, anziché far, per due volte, proclami di costruire il nuovo plesso scolastico lo si fosse davvero realizzato, magari in classe energetica “A”, si sarebbe davvero potuto far a meno di accendere i termosifoni con grande beneficio sia per l’ambiente che per le casse comunali a cui non si esita ad attingere per sovvenzionare, con decine di migliaia di euro, manifestazioni, come Windfestival, che hanno ricaduta uguale a zero per l’economia dianese» – dichiara Marco Perasso di Diano Riparte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.