Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, conclusi alla Rubino gli eventi Libriamoci e #ioleggoperché fotogallery

Il nuovo appuntamento della rubrica curata dagli alunni della scuola primaria sanremese

Sanremo. “Un libro è una macchina del tempo e dello spazio se lo apri ti trasporta in luoghi inaspettati e vivi avventure che possono cambiare per sempre la tua vita“. Alla scuola primaria Antonio Rubino di Sanremo si sono appena concluse due grandi iniziative: “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole!” e #ioleggoperché

“Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole!” e #ioleggoperché operano in sinergia “per dare corpo e voce al piacere della lettura”. Quest’anno le giornate di lettura nelle scuole, tenendo conto del suggerimento di molti insegnanti, sono state posticipate a metà novembre (dal giorno 11 al 16), “per consentire agli alunni di leggere e approfondire – se lo desiderano – proprio i libri ricevuti in dono” con l’iniziativa #ioleggoperché.

“Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole!”
Siamo arrivati alla sesta edizione, ma l’invito a livello nazionale è sempre lo stesso: “includere, nelle attività scolastiche delle sei giornate, iniziative di lettura ad alta voce svincolate da ogni valutazione scolastica”. Per l’occasione è intervenuta come lettrice la dottoressa Rossella Masper, bibliotecaria. Noi bambini e bambine di tutte le classi siamo stati catturati dalla bravura di Rossella: ha letto con trasporto e sentimento testi per le varie classi, suscitando immagini magiche nell’animo del suo pubblico.

Le classi prime e seconde hanno potuto assaporare la lettura di due libri: “La maestra ha perso la pazienza!” – E. Dell’Oro – Ed. Piemme; “Il cinghiale geniale”, Emme Edizioni.

I bambini intervistati circa il gradimento delle due letture hanno detto:- ci sono piaciute tanto entrambe-. Tra i bambini di prima che si sono espressi, la scelta è caduta sulla prima lettura, forse perché più simpatica e divertente. Tra i bambini di seconda che si sono sbilanciati, la preferenza è caduta sulla seconda perché colpiti dal cinismo del proprietario della scimmia e dall’idea geniale del cinghiale, che porta l’uomo a riflettere e a cambiare idea.

La classe terza ha seguito la lettura di “La principessa allegra”, tratta dalla Raccolta “Venti storie più una” – Einaudi Ragazzi.
I bambini sono stati così attenti da ricevere i complimenti della bibliotecaria Rossella, che per questa classe ha scelto un testo nell’ambito del filone tematico dedicato a Gianni Rodari, in vista del centenario della nascita nel 2020.

Per i bambini della classe quarta è stato letto “Il fantasma di Porlock”, racconto della tradizione inglese, tratto dalla Raccolta “Storie di demoni e fantasmi” – Einaudi Ragazzi. Si tratta di un’antologia pensata per giovani lettori amanti di brividi, al confine tra horror e umorismo.

I bambini di quarta hanno dimostrato molto interesse verso il ruolo svolto da Rossella presso la sala ragazzi della Biblioteca Civica e le hanno rivolto molte domande sul funzionamento della biblioteca e dei prestiti. C’è stato un importante confronto sul piacere della lettura e l’abitudine di leggere.

Esperienza positiva anche per le classi quinte, dove la lettura è diventata più impegnativa, ma non meno interessante, con il libro “Storia di Malala e di Iqbal”. Si tratta di un libro doppio, perché dentro ci sono due vite. Sono quelle di Iqbal e di Malala, due ragazzini coraggiosi alle soglie dell’adolescenza, nati in Pakistan in tempi diversi ma uniti da una condizione di totale assoggettamento: l’uno allo sfruttamento e l’altra all’assurdo divieto di studiare. Malala nasce due anni dopo la morte violenta di Iqbal.

I bambini e i docenti della scuola Rubino ringraziano vivamente Rossella Masper per aver accolto l’invito e per la sua arte di leggere ad alta voce e di coinvolgere i bambini, l’avvocato Danilo Sfamurri, responsabile del Servizio Biblioteca Civica e l’Assessore alla Cultura Silvana Ormea per la disponibilità e la sensibilità dimostrate.

#ioleggoperché
L’iniziativa si è conclusa il 27 ottobre e i numerosi libri donati sono già stati ritirati, catalogati e molti sono già a nostra disposizione. Mancava solo la consegna dei diplomi ai messaggeri di #ioleggoperché della Scuola A. Rubino, impegnati nella campagna di sensibilizzazione presso la libreria Mondadori. Lunedì 18 novembre si è svolta la “cerimonia di consegna degli stessi”, resa ufficiale dalla presenza della ex Preside, la Dottoressa Silvia Colombo, e del Vicepreside, il Professor Nino Ioppolo.

La ex preside, dottoressa Silvia Colombo, ha tenuto un discorso di ringraziamento rivolto ai bambini e ai ragazzi per l’azione prosociale svolta presso la Libreria Mondadori, e a ragion veduta perché ha avuto modo di “vederli in azione”.

La cerimonia è stata coinvolgente per tutti: bambini, ragazzi e adulti. I bambini e i ragazzi erano emozionati per il diploma e per l’ufficialità della consegna; i docenti erano commossi per i loro alunni e per la presenza della ex Preside Silvia Colombo, da pochi mesi in pensione. Ha fatto un certo effetto ascoltare il suo discorso e rivederla in quella stanza dove ha tenuto tanti Collegi dei Docenti, a partire dal settembre del 1993 fino a giugno di quest’anno!

La consegna dei diplomi è stata seguita da una sorpresa per il pubblico, composto dagli alunni di V A e di V B: ognuno è stato chiamato e ha ricevuto un segnalibro, preparato appositamente per l’occasione, per ricordare le giornate di lettura con la bibliotecaria Rossella Masper.

Terminata la cerimona, la ex Preside, interpretando il desiderio dei ragazzi presenti, ci ha chiesto di accompagnarla nella biblioteca provvisoria, allestita da poco, in attesa che vengano ultimati i lavori in quella effettiva: “La stanza di Arianna”. Una volta giunti lì, diversi bambini di quinta ne hanno approfittato per chiedere in prestito un libro o per dare un’occhiata e consigliare un lettore o una lettrice indecisa.

È stata anche un’occasione per sfogliare nuovi libri esposti, come “L’Infinito” di Leopardi oppure “Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi” di Umberto Galimberti.

Docenti e noi alunni vogliamo ancora una volta ringraziare di cuore la dottoressa Silvia Colombo e il vicepreside Nino Ioppolo per aver contribuito con la loro presenza a rendere speciale la cerimonia di consegna dei diplomi e dei segnalibri. Si ringraziano anche i familiari dei messaggeri di I media per aver accolto l’invito ed essere intervenuti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.