Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Francia annuncia di aver espulso 31 migranti al confine di Ventimiglia, scatta la protesta sui social di Calderoli

Il vice presidente del Senato accusa il premier Conte e il ministro degli Esteri Di Maio

Ventimiglia. «La Francia annuncia trionfalmente di aver rispedito in Italia 31 clandestini pakistani, tra cui dei minorenni, intercettati vicino a Nizza, in territorio francese, appena dopo il confine italiano? Cosa? Ci rispediscono sul nostro territorio dei clandestini in virtù del fatto che hanno sospeso unilateralmente gli accordi Schengen ripristinando le frontiere a Ventimiglia?».

A scriverlo, sulla propria pagina Facebook, è il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (Lega), che commenta con toni accesi la notizia dell’ennesimo respingimento di migranti da parte della Francia.

«E questa è l’Europa a cui siamo inchinati? E questa è la Francia che andiamo ad ossequiare con il cappello in mano? – aggiunge – Veniamo trattati da repubblica delle banane, ci trattano come fossimo un centro di raccolta di clandestini a cielo aperto, siamo diventati la loro Calais».

Calderoli punta il dito contro il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, accusandoli di aver mantenuto «un imbarazzante silenzio”. “Così, stando zitti senza protestare, danno ragione a chi li tratta da zerbini da calpestare», conclude il senatore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.