Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, Alessio: «“Day 200” sulla pagina di “Bordighera Out” ma il Playground promesso non arriva» foto

«Il punto 5 dei “10 Punti in 100 giorni” del sindaco Ingenito prometteva ai cittadini amanti della pallacanestro, in prevalenza bambini e giovani atleti, di sognare “la progettazione di un campo da basket ai Pennoni”»

Bordighera. Era l’undici di maggio di quest’anno quando Gabriele Alessio, insegnante di Scienze motorie ed istruttore nazionale di Minibasket, ha iniziato una “partita” sulla pagina social di “Bordighera Out” co-amministrata con il fotografo e consigliere della giunta Ingenito, Claudio Gavioli.

unnamed (20)

«Facciamo un passo indietro. Il 10 di giugno 2018, Bordighera consegna le chiavi di Palazzo Garnier al neo sindaco Ingenito e alla sua lista civica “Bordighera vince”. Tra i proclami e le promesse elettorali che hanno poi decretato il passaggio di consegne con l’ex sindaco Giacomo Pallanca, spiccava sicuramente l’oramai famoso “10 Punti in 100 giorni”, dove al punto 5 i cittadini amanti della Pallacanestro, in prevalenza bambini e giovani atleti potevano finalmente sognare “la progettazione di un campo da basket ai Pennoni”. Se da un lato, sorgono le prime preoccupazioni per la location scelta, date le dimensioni reali di un campo ed il poco spazio usufruibile, prevale comunque l’entusiasmo.

Speranze che purtroppo con il tempo lentamente si spengono. Un po’ come quando si avvicina il suono della sirena in una partita di questo meraviglioso sport, ma la palla a spicchi non vuole siglare il sorpasso e la relativa vittoria allo scadere. Già, perché ad essere precisi, il 18 settembre scadono di fatto i fatidici 100 giorni, ma di disegni e di progettazioni, purtroppo nemmeno l’ombra» – fa sapere Gabriele Alessio. Sopraggiunge l’inverno, e con esso la voglia di giocare a pallacanestro si rifugia nelle più calde e confortevoli palestre. Fino appunto a quel 11 di maggio dove Gabriele Alessio pubblica un primissimo “Day 1”, un campetto da basket sul lungomare riminese. Nei successivi 99 giorni, in solitaria l’autore dei Playground pubblica quotidianamente le foto di un campetto, dapprima attingendo ai tanti presenti in Italia, per poi spostarsi guardando ai veri e propri gioielli che si possono ammirare negli States piuttosto che in altri luoghi del globo.

Tutto questo inizia a fare rumore, creando molto proselitismo e qualche inevitabile critica. Secondo alcuni, il prof. Alessio si muoverebbe per fare una tardiva propaganda elettorale mirata a screditare l’operato dell’attuale amministrazione. Tutto più volte smentito dallo stesso autore, sempre tramite mezzo social. Arrivano quindi gli inviti da parte del sindaco, di evitare di seguire la pagine Facebook in questione ma di esporre direttamente critiche, segnalazioni o per l’appunto i mugugni, direttamente sulla su pagina personale. Viene quindi inviata una lettera alla sua pagina, per chiedere spiegazioni sul silenzio che oramai da 100 giorni aleggia ed accompagna la mancata realizzazione.

«Il sindaco risponde prontamente; il campo non può essere realizzato in quanto la location scelta delle Due Strade, ospiterà il nuovo campo da calcio dal momento che Bordighera è orfana del campo in Arziglia. Con grosso rammarico si scopre che la lettera di risposta viene confezionata da terzi e non dal sindaco in persona. Fiducia decisamente mal riposta, dal momento che lo sconosciuto interlocutore dimostra in svariati passaggi di conoscere poco o nulla riguardo al progetto, facendo sorgere più di un dubbio sulle reali volontà da parte della squadra di Ingenito di realizzare tale opera» – dice.

Dal centesimo giorno diversi avventori di Out, per solidarietà inizino ad accompagnare i post di Gabriele Alessio con altrettante fotografie di campetti, alcuni di questi vere e proprie opere d’arte, disseminati nei 5 continenti. «Oggi è il duecentesimo giorno, per maggior precisione 521 giorni dalla vittoria alle amministrative cittadine del sindaco Ingenito. Nessuno di noi, in primis la penna scrivente, è mosso da secondi fini o sentimenti di rivalsa per una sconfitta incassata in una cabina elettorale. Piuttosto qualcuno, primi della fila i bambini ed i ragazzi innamorati di questo sport, chiedono semplicemente di rispettare le promesse elettorali. Un sincero augurio di buon lavoro al Primo cittadino di Bordighera, ai suoi assessori e componenti dell’amministrazione» – afferma Gabriele Alessio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.