Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Confini, reali o immaginari. A Bordighera i film “Napolislam” ed “Eldorado” foto

E' il festival itinerante Spaesamenti - Incontri sul Cinema del Reale di Confine

Bordighera. Un progetto realizzato dal Liceo Aprosio di Ventimiglia con l’Istituto Des Ambrois di Oulx per parlare di confini, reali o immaginari. Proiezioni aperto al pubblico venerdì 11 ottobre al cinema Zeni.

Venerdì’ 11 ottobre il festival itinerante Spaesamenti – Incontri sul Cinema del Reale di Confine, progetto realizzato grazie al contributo di Miur e Mibac nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola, fa tappa nel Ponente Ligure.

Sono due le scuole protagoniste del progetto, curato e coordinato dal Centro di Cooperazione Culturale: il Liceo Aprosio di Ventimiglia e l’istituto Des Ambrois di Oulx, due scuole al confine che nel corso dell’anno scolastico 2018/2029 hanno formato due redazioni per studiare alcuni film documentari che saranno presentati adesso al pubblico.

L’appuntamento è presso il Cinema Zeni di Bordighera, per venerdì’ 11 ottobre 2018 con due proiezioni gratuite aperte al pubblico. Saranno gli stessi studenti a presentare i film:

alle ore 18.00 proiezione del film
Napolislam di Ernesto Pagano (Italia, 2015 / 75 min)

alle ore 21.00 proiezione del film
Eldorado di Markus Imhoof (Svizzera/Germania, 2018 / 92 min)

Nello stesso giorno, alle ore 16.00 nei pressi del Cinema Zeni, presso la sala dell’Unione Culturale Democratica si inaugura la mostra “Solitudini di Rocce” di Matteo Carassale che fra l’altro “firma” con una sua foto in bianco e nero tratta dalla stessa mostra il manifesto del Festival. Le foto della mostra sono ispirate allo scrittore Francesco Biamonti: uno scrittore di confine con una mostra fotografica che raccoglie volti e luoghi della Liguria, contribuendo ad amplificare i temi offerti dai film presentati.

Dichiarazioni di Mauro Brondi, responsabile del progetto: Mettere in rete due scuole in zone di “frontiera” e parlare con loro di cinema, confini e passaggi non è solo un modo simbolico per affrontare un tema sensibile e attuale, ma è soprattutto un tentativo di riportare al centro il tema del sapere, e ribadire l’importanza dello studio, della conoscenza e dell’approfondimento. Spaesamenti nel suo piccolo vuole fare ricerca, e mette al centro gli studenti per renderli protagonisti attivi e consapevoli, sono loro in qualche modo i direttori artistici del festival, avendo scelto i film dopo averli studiati in classe, e presentandoli al pubblico in sala. Il tentativo è quello di aprire un dialogo culturale – senza confini in questo caso – fra mondo del cinema, società e scuola.

Dopo la tappa di Bordighera Spaesamenti si sposta in Piemonte, con proiezioni previste a Bardonecchia e a Torino.

Sul sito del progetto www.spaesamenti è possibile trovare info su tutti i film, le tappe del percorso e i commenti critici scritti dagli stessi studenti partecipanti al progetto.

Napolislam di Ernesto Pagano (Italia, 2015 / 75 min)
Un bel giorno Napoli si sveglia e si scopre islamica. Una telecamera attraversa la città ed entra nelle vite di dieci convertiti all’Islam, un disoccupato, una ragazza innamorata, un rapper, un padre di famiglia… Persone diverse che hanno trovato nel Corano una risposta all’ingiustizia sociale, al consumismo sfrenato, al blackout della speranza. Ma la religione che hanno scelto non è solo una fede: è un sistema di regole che viene da una cultura lontana. Come conciliarla con la propria? Tra una zeppola halal e una preghiera per strada, la loro storia quotidiana getta una luce nuova, di volta in volta divertita e amara, su Napoli e sulla nostra società.

Eldorado di Markus Imhoof
Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la famiglia di Markus Imhoof ospita Giovanna, una bambina italiana rifugiata in Svizzera. Da qui comincia un viaggio tra i ricordi d’infanzia, quando gli immigrati non voluti erano gli italiani, e l’oggi. Tra le coste libiche, quelle del sud Italia e tutto il mare che c’è in mezzo, i nuovi esclusi provano a entrare nel “nostro Eldorado”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.