Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

World Sepsis Day, a Sanremo un incontro sull’emergenza sanitaria della sepsi fotogallery

Si tratta di una patologia potenzialmente pericolosa che è causata da un’infezione che può essere conclamata oppure nascosta

Sanremo. Alla presenza di autorità Lionistiche, civili e dirigenti sanitari dell’Asl 1 Imperiese, si è svolta ieri pomeriggio, nella sala degli Specchi del Comune di Sanremo, la giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione dell’emergenza sanitaria della sepsi.

E’ una malattia molto grave nota anche con il nome di setticemia. Si tratta di una patologia potenzialmente pericolosa che è causata da un’infezione che può essere conclamata oppure nascosta. Malgrado sia meno conosciuta di altre malattie ha un tasso di mortalità cinque volte superiore all’ictus e dieci volte all’infarto. Per aumentarne la consapevolezza nella popolazione è stata istituita dal 2013, la giornata mondiale della sepsi “ World Sepsis Day” il 13 settembre.

Ha aperto i lavori l’assessore alla Sicurezza Sociale Costanza Pireri, invitando le istituzioni al lavoro di rete. Lo stesso concetto è stato ribadito dal dott. Roberto Predonzani, direttore sociosanitario dell’Asl 1 e socio Lions (Imperia Host). La dottoressa Barbara Bonino (socia Lions Bordighera Otto Luoghi) ha portato i saluti dell’Ordine dei Medici di Imperia.

Il presidente della Croce Rossa Provinciale Vincenzo Palmero, socio Lions (Sanremo Matutia), ha portato i saluti del governatore del Distretto 108Ia3 Erminio Ribet e delle Pubbliche Assistenze. Il presidente provinciale dell’ANMIC dott. Glauco Ferrara, e il presidente della Consulta Provinciale dell’Handicap Francesco Fontana hanno portato il loro saluto istituzionale. L’avvocato Maria Teresa Roselli, presidente della Comitato Misto Consultivo ha evidenziato le criticità del ricovero dei pazienti nei Pronto Soccorsi.

Il segretario regionale FIALS Verde Rizziero, ha segnalato la necessità di un costante aggiornamento professionale per far fronte alle crescenti sfide assistenziali. Il CIMI, nella persona del dr. Alessio Rossi, ha dato la disponibilità ad aderire alle iniziative scientifiche e culturali promosse dai Lions. Hanno inviato i saluti di buon lavoro l’assessore alla Sanità Sonia Viale, l’assessore al Turismo Gianni Berrino, il dott. Riccardo Tartaglia, presidente di INSH, il dottor Andrea Rocco, manager di Marsch Assicurazioni, il dottor Giovanni Gianinetti, esperto di Risk Management.

Alla presenza dei direttori sanitari ed amministrativi delle Residenze Protette di Sanremo sono state presentate le relazioni degli esperti del settore dell’emergenza dellAsl 1. Il dottor Giovanni Cenderello, nuovo direttore dell’UOC. Malattie Infettive ha inviato i suoi saluti in quanto convocato in regione sul tema dell’AIDS. Il primario del Pronto Soccorso di Sanremo Giancarlo Abregal, ha presentato i percorsi diagnostici per i pazienti con sospetta “sepsi”, insistendo sul tema della tempo-dipendenza.

Il dottor Giandomenico Poggi, direttore dell’Area delle Diagnostiche dell’Asl 1, ha evidenziato i progressi nelle diagnosi veloci delle infezioni. Il dottor Papa Danilo ha espresso la necessità di sviluppare un linguaggio comune, per l’ invio dei pazienti critici nei pronto soccorsi, ed ha sottolineato l’onere assistenziale aggiuntivo per i pazienti dimessi con esiti non ancora stabilizzati.

L’incontro si è concluso con l’intenzione di costituire un gruppo di lavoro con il Pronto Soccorso di Sanremo e i direttori delle Residenze Protette, per armonizzare i flussi di pazienti per e dal Pronto Soccorso di Sanremo. Presenti ai lavori anche il presidente del Lions Club Sanremo Host Roberto Pecchinino e il presidente del Lions Club Sanremo Matutia Sara D’Amico Muià.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.