Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Qooder protagonista per il terzo anno della Hat Sanremo-Sestriere foto

Dai centri storici all’off-road il veicolo a 4 ruote a metà tra auto e moto presente alla manifestazione con ben 20 mezzi

Sanremo. Qooder, per il terzo anno consecutivo ha dimostrato la sua grande versatilità partecipando all’undicesima edizione della Hat (Hard Alpi Tour) Sanremo-Sestriere, uno dei viaggi avventura più importanti d’Europa, che si articola tra le Alpi di Liguria e il Piemonte. Quest’anno ben 20 piloti a bordo di Qooder, il veicolo a 4 ruote che unisce il meglio del mondo delle auto con quello delle motociclette, hanno concluso con successo il percorso 24 ore off-road Classic da Sanremo a Sestriere.

«Sebbene Qooder nasca con un’anima cittadina e da commuter, si trova perfettamente a suo agio anche nelle condizioni più estreme, come percorrere un itinerario di circa 580 km fuoristrada, che non hanno compromesso la stabilità del veicolo. È stata un’esperienza divertente e avventurosa che mette in risalto le qualità di Qooder: sicurezza e dinamicità alla guida – spiega Paolo Gagliardo, Ceo di Quadro Vehicles, che aggiunge – Il mezzo vanta il sistema brevettato HTS Hydraulic Tilting SystemTM, che gli consente di inclinarsi come una moto, ma di mantenersi aderente all’asfalto grazie alle sue 4 ruote da 14 pollici».

Qooder è dotato delle seguenti caratteristiche: motore monocilindrico a 4 valvole da 399 cm3 e 32,5 CV; il differenziale integrato con 2 ruote posteriori (2RWD), i doppi contralberi che riducono le vibrazioni.

Il veicolo, adatto sia ai centri urbani sia alle strade più impervie, è entrato a far parte del parco auto dell’Arma dei Carabinieri ed è anche in dotazione alla Croce Rossa.

«Qooder non smette mai di stupire e attrarre l’attenzione dei passanti per le sue prestazioni e per il suo stile unico e inconfondibile. Un mezzo per ogni personalità e stagione, 365 giorni l’anno pratico nei centri storici, per l’off-road e il divertimento» – conclude Gagliardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.