Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, lettera aperta di Lanteri e Savioli al sindaco: «Quelle che lei chiama polemiche sterili possono essere idee buone»

Con un lungo elenco di critiche e lamentele

Imperia. «Signor Sindaco, non nutriamo rancore verso la sua persona né verso la sua amministrazione. Vede, fare opposizione costruttiva, soprattutto quando si ritiene che le scelte siano sbagliate da parte di chi amministra, non solo è un diritto ma un dovere e che i consiglieri hanno nel rispetto del ruolo che ricoprono e dei cittadini che rappresentano.

Vogliamo bene alla nostra Imperia e proprio per questo, come tanti altri imperiesi, siamo seriamente preoccupati. Quelle che Lei signor Sindaco chiama polemiche sterili sono preoccupazioni forti: siamo preoccupati per le spese a carico di un Comune in pre dissesto che pagheranno inevitabilmente e cittadini quali l’acquisto di un immobile (edificio ex ATP) con maxi rata tra qualche anno (per sistemazione di 7 dipendenti, quando in sede centrale del palazzo comunale si sono liberati posti e spazi per almeno 20 postazioni); siamo preoccupati per spese non necessarie con costi elevatissimi per realizzazione di nuovi servizi igienici al “suo” piano primo del palazzo comunale per oltre 100.000 euro; siamo preoccupati per spese per l’acquisto di pali e bandiere sventolanti per un importo di oltre 12.000 euro; siamo preoccupati per le spese sugli ascensori pubblici che continuano a non funzionare, per la mancata pulizia dei torrenti, per la scarsa pulizia delle frazioni, dei cimiteri, delle strade,
siamo preoccupati per le numerose domande di mobilità che dipendenti e funzionari stanno facendo per “scappare” dal Comune.

Siamo preoccupati della gestione della raccolta dei rifiuti, tariffe aumentate, per il lavoro degli operatori non sostenibile, del servizio non soddisfacente, della città sporca , dell’appalto per assegnazione a privati già bloccato dai ricorsi, dalla proroga illegittima per proseguire servizio, siamo preoccupati per le scelte costruttive sul fronte mare sull’ex area Ferriere di proprietà Colussi e sul silenzio assordante sull’Agnesi e sugli ex lavoratori; siamo preoccupati per i servizi Seris, per la privatizzazione dell’Isah, per l’indebolimento delle funzioni della Go Imperia, per i servizi pubblici, per la privatizzazione degli asili. Noi Signor Sindaco saremo sempre vigili sulle vostre scelte, se ne faccia una ragione, è il nostro ruolo ed ogni tanto impari ad ascoltare e non solo a dettare sue decisioni a quelli intorno a Lei, talvolta quelle che Lei chiama polemiche sterili possono essere idee buone o consigli da chi ama la città dove vive e dove investe quotidianamente cercando di creare un futuro ai propri figli».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.