Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Francia, detersivo nell’acqua minerale ritirate milioni di bottiglie. Serio rischio anche in Costa Azzurra

Il prodotto colpito è l' acqua di sorgente di montagna "Fonte dei Pirenei"

Più informazioni su

Non c’è pace per il settore alimentare d’oltralpe. Dopo i formaggi contaminati, le cozze che paralizzano e la presenza della salmonella in vari cibi venduti al supermercato ora arriva il detersivo nell’acqua minerale. Ed è così che Auchan ritira dal commercio milioni di bottiglie.

La catena francese di supermercati e ipermercati avvia richiamo in Francia che ad oggi non riguarda il mercato italiano. Ma c’è sicuramente la possibilità che i turisti italiani o i frontalieri che si recano in Costa Azzurra e in Francia siano interessati. Lo segnala la direzione generale della sicurezza alimentare francese ( DGCCRF ). Non è possibile escludere rischi per la salute.

Nuovi guai per le multinazionali dell’alimentare. Auchan, ha richiamato dai supermercati di tutta la Francia l’acqua minerale con il proprio marchio in bottiglia PET da 5 litri per la “presenza di detergente”. Il colosso della grande distribuzione, ha deciso il richiamo dopo che diversi clienti hanno informato l’azienda di aver trovato del detersivo nell’acqua incriminata.

Mentre, fino ad ora, non sono arrivate segnalazioni dall’Italia. Il prodotto colpito è l’ acqua di sorgente di montagna “Fonte dei Pirenei”. L’acqua con il marchio Auchan è stata immessa esclusivamente nel commercio francese. In una nota, Auchan ha dichiarato: “Tutti i prodotti vengono rimossi dalla vendita tuttavia alcuni di questi sono stati commercializzati prima del ritiro. Si consiglia ai clienti che hanno acquistato questo prodotto di non consumarlo e riportarlo al negozio Auchan dove verranno rimborsati. Un numero di telefono (accesso gratuito) è disponibile per i clienti che hanno ulteriori domande, questo è 0800 227 227.

L’allarme è stato lanciato dalla Francia attraverso il Sistema rapido di allerta europeo alimenti (RASFF) riportata dal portale della direzione generale della Concorrenza, affari dei consumatori e controllo delle frodi (DGCCRF) al link in un Tweet su twitter: #RappelProduit #Alimentationhttps://bit.ly/2msjGBC. La società esclude che i prodotti oggetto del ritiro siano stati importati nel nostro Paese.

Ma, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “FRancia c’è sicuramente la possibilità che i turisti italiani siano interessati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.