Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riva Ligure, riuscita la presentazione dei libri di Roberto Centazzo e Arturo Viale

Il pubblico è stato coinvolto sul tema del rapporto uomo e gatto e in generale sul rapporto fra l’uomo e gli animali

Riva Ligure. È stata una serata divertente quella di ieri sera con la presentazione dei libri di Roberto Centazzo il divertente “Libretto rosso dei pensieri di Miao” insieme a Arturo Viale ed il suo ultimo lavoro “Oltrepassare” storie di frontiera.

Il pubblico è stato coinvolto sul tema del rapporto uomo e gatto e in generale sul rapporto fra l’uomo e gli animali grazie al lavoro dell’autore savonese Roberto Centazzo , che partendo dalla considerazione che “ogni essere umano ha bisogno di un gatto, ma ancora non lo sa” ha spiegato il pensiero di Miao Tse-tung, con la collaborazione delle brillanti e gradevoli letture dell’attore Gioachino Logico.

Grande interesse anche per il libro di Arturo Viiale con i suoi 44 racconti dedicati a personaggi famosi che sono passati dal Ponente ligure lasciando tracce del loro passaggio minuziosamente raccolte dall’autore. Fra i tanti protagonisti dei racconti che comprendono santi, poeti, scrittori, pittori, cantanti, banditi, eroi, papi, ministri, tanti emigranti, naviganti, anarchici e rivoluzionari, Viale nel suo intervento ha raccontato un episodio legato al poeta Francesco Pastonchi nato a Riva Ligure nel 1874 ed ospite a Grimaldi di Voronoff, il matrimonio di Franca Valeri a Ventimiglia, l’emigrazione di alcune famiglie onegliesi verso la Francia dopo il terremoto di fine 800, raccogliendo l’interesse del numeroso pubblico.

La rassegna “Sale in zucca”, promossa dall’Amministrazione comunale di Riva Ligure in collaborazione con la casa editrice Zem, con la direzione artistica del giornalista Claudio Porchia termina lunedì 26 agosto alle ore 21.15 con “Leonardo a tavola” conferenza di Barbara Ronchi della Rocca. L’icona del galateo racconterà gli ingredienti, i banchetti e le buone maniere ai tempi di Leonardo da vinci in occasione del 500 anniversario della sua morte. Il genio italiano ha espresso la sua modernità anche nell’ambito gastronomico come straordinario autore di ricette, ideatore di macchine per cucinare ed innovatore sceneggiatore di banchetti e cerimonie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.