Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lega vota proposta PD contro il governo, scompiglio nel Carroccio a Sanremo

A scatenare la bagarre nel partito è stato il voto favorevole in consiglio comunale di Artioli, Cozza e Badino

Sanremo. Il gruppo consiliare Lega Salvini Premier vota a favore di un ordine del giorno del Partito Democratico che va contro il governo e tra le fila del Carroccio cittadino scoppia il caso. A scatenare la polemica tra i leghisti matuziani è l’appoggio dato dai consiglieri Artioli, Cozza e Badino alla proposta con la quale i Dem hanno impegnato sindaco e giunta a chiedere correttivi all’esecutivo sull’Imu che il Comune riscuote dai cittadini e che in misura del 40,2% Palazzo Bellevue deve versare ogni anno allo Stato.

Risorse preziose che se rimanessero sul territorio potrebbero evitare – secondo i consiglieri del PD Mario Robaldo, Alassandra Pavone, Giorgio Trucco – gli aumenti delle tasse che ieri l’amministrazione Biancheri ha dovuto varare per far fronte alla misura sul “saldo e stralcio” delle cartelle esattoriali.

A onor del vero il gruppo leghista per voce del consigliere Artioli ha chiesto che venisse stralciata una parte dove veniva citato letteralmente un discorso di Matteo Salvini, utilizzato dai Dem per giustificare la propria proposta. Rimane, tuttavia, il passaggio politico sotteso al sostegno di un’iniziativa che di fatto è rivolta a contrastare una misura fortemente voluta dal vicepremier.

«Un incidente di percorso che si poteva evitare, commenta il fatto il commissario cittadino Marco Medlin. Ascrivo la questione a un difetto di comunicazione perché all’interno del partito nessuno era stato messo a conoscenza della cosa». A sdrammatizzare la situazione è il commissario provinciale Alessandro Piana: «Una volta fatti gli opportuni correttivi che hanno spoliticizzato l’ordine del giorno è prevalso il buon senso».

«La richiesta di maggiori entrate fiscali per il Comune di Sanremo non è nient’altro che la richiesta che arriva da tutti i Comuni italiani, spiega l’onorevole ventimigliese Flavio Di Muro. Questo Governo è costantemente impegnato a rispondere alle legittime aspettative degli amministratori locali, un esempio su tutti, lo sblocco degli avanzi di amministrazione per i comuni virtuosi che sono già stati utilizzati da molti enti locali per realizzare opere pubbliche. Fa sorridere che proprio il Partito Democratico, che ha sostenuto i Governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni si riscopra improvvisamente difensore degli Comuni dopo anni di abbandono e dopo aver distrutto le Province».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.