Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, futuro del PalaParco. Si va avanti con il vecchio progetto

La proposta dell'amministrazione comunale ai capigruppo

Bordighera. Approvare il progetto, così come è stato realizzato su input della precedente amministrazione, e poi valutare le possibili alternative. E’ quanto si è discusso oggi, in riunione dei capigruppo, a Palazzo Garnier per il futuro del PalaParco.

Come da convenzione sottoscritta tra il Comune di Bordighera e la società Angst – impegnata a realizzare appartamenti di lusso al posto dell’ex hotel sulla Romana – quest’ultima dovrà occuparsi di demolire e ricostruire la parte anteriore del Palazzo del Parco: l’edificio che attualmente ospita le sedute del consiglio comunale e un teatro. Un’opera nella quale il privato investirà 3milioni e 300mila euro come scomputo degli oneri di urbanizzazione.

La giunta Pallanca aveva chiesto che le risorse venissero impiegato proprio per il Palazzo del Parco, in modo che l’edificio potesse ospitare tutti gli uffici comunali sparsi in diversi immobili sul territorio di Bordighera. L’amministrazione Ingenito, invece, avrebbe voluto trasformare il palazzo centrale in un polo culturale, con mediateca e sala espositiva. Ma la variante al progetto, richiesta dalla nuova giunta allo studio Tectoo S.r.l. e all’ingegnere Alessandro Parolini, rispettivamente progettista e direttore dei lavori del cantiere dell’Angst, costerebbe circa 1milione di euro in più oltre a rallentare di almeno un anno l’inizio dei lavori.

«Sulla base di queste valutazioni ci siamo confrontati con i consiglieri capigruppo – ha dichiarato il sindaco Vittorio Ingenito al termine della riunione – Proponendo di approvare il progetto attuale che, tra l’altro, prevede che gli ultimi due piani (il secondo e il terzo) vengano consegnati ‘grezzi’. Per cui le valutazioni su come utilizzarli potrebbero essere fatte in un secondo momento. In questo modo si potrà procedere con la gara d’appalto basandosi su un progetto già in fase esecutiva». La spesa per il Comune, per allestire gli spazi del secondo e terzo piano si aggira intorno ai 900mila euro.
Volontà dell’amministrazione è quella di spostare al piano interrato del PalaParco l’archivio moderno della biblioteca civica e realizzare al piano terra una sala lettura. Il palazzo continuerebbe a ospitare il consiglio comunale oltre a vari uffici ancora da definire. Resta comunque l’idea di creare un polo culturale nel cuore della ‘Città delle Palme’.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.