Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, blitz in Comune della “Giraffa a rotelle”: «Rivendichiamo il diritto alla mobilità di chi è meno fortunato» fotogallery

Delegazione ricevuta dal capo di Gabinetto di Scajola Carlo Sacchetti. Verso la soluzione il problema dello scivolo per accedere all'Inps

Imperia. Una delegazione dell’associazione per i diritti dei disabili “La Giraffa a rotelle” nella tarda mattinata di oggi si è recata a Palazzo civico per rivendicare l’abbattimento delle barriere architettoniche e il diritto alla mobilità di chi è costretto a muoversi in carrozzina in città.

Blitz della "Giraffa a rotelle" in Comune

In particolare in un punto sensibile: la sede Inps di via Siffredi a Porto Maurizio.

Ma erano due i casi urgenti nel mirino: appunto quello dell’insormontabilità del marciapiede dell’Inps sede presso la quale si svolgono accertamenti e visite e la spiaggia per i disabili al Prino appena inaugurata ma che presenta ancora delle criticità.

Il gruppetto che era guidato da Michela Aloigi, presidente della “Giraffa” non ha trovato in Comune né il sindaco Claudio Scajola, né gli assessori competenti ma ha avuto un colloquio di oltre un’ora con il capo di gabinetto del primo cittadino Carlo Sacchetti e col comandante della Polizia municipale Aldo Bergaminelli.

Sono stati contatti al telefono gli assessori ai Lavori pubblici Ester D’Agostino e alla Viabilità Antonio Gagliano.

Il problema dell’Inps avrà una soluzione già nella giornata di domani. In mattinata, infatti, è stato fissato un sopralluogo tra assessori, tecnici comunali e rappresentanti della “Giraffa“: verranno presi accordi per ampliare le dimensioni degli stalli riservati ai disabili e ne sarà aggiunto uno alla sommità della bretella che porta alla ex stazione di Porto Maurizio. Inoltre è prevista la costruzione dello scivolo richiesto sul marciapiede.

Da notare che precedentemente le visite venivano eseguite nella sede di piazza Roma ma, in pratica, in mezzo alla strada (nel senso che il medico doveva scendere nel cortile) perché l’edificio non era in grado di ospitare i portatori di handicap.

Per quanto riguarda, invece, la spiaggia dei disabili al Prino verranno prese in esame le criticità evidenziate dalla “Giraffa“, comprese quelle del noto maestro di karate Lucio Garzia che della “Giraffa” non fa parte ma è molto vicino i problemi dei più sfortunati.

Ma le lamentele non si esauriscono qui: evidenziate e portate all’attenzione della amministrazione anche, per esempio, le difficoltà che i disabili incontrano quotidianamente come poter accedere a una delle due sale cinematografiche cittadine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.