Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due titoli Italiani per la Ciclistica Bordighera grazie a Beatrice Temperoni foto

Il direttore sportivo Guerino chiude con il morale altissimo per un finale di stagione ancora ricco di eventi importanti

Bordighera. Sabato e domenica a Chianciano terme si sono svolti i Campionati Italiani ciclismo su strada e la Ciclistica Bordighera con Beatrice Temperoni conquista la maglia simbolo del Campione Italiano 2019.

E’ stata una settimana indimenticabile per tutti i protagonisti di questa società sportiva che grazie al suo direttore sportivo Guerino Lanzo, che con l’ultimo titolo si conferma uno dei migliori allenatori d’Italia dal 2011, con Emilio Vichi nel 2013 e con Tiziano Gugliemi, che esattamente otto anni con Beatrice fa il pieno. Già nel gennaio scorso vince il titolo Italiano di Ciclo Cross e dopo qualche mese esattamente in questo giugno e luglio caldissimo, in gergo ciclistico, si invola in emozioni indescrivibili con il titolo Italiano MTB e il 6 luglio il titolo su strada.

«Questo ultimo titolo giusto perché non sono mancate le emozioni e paure, ma andiamo in ordine, i chilometri da percorrere sono all’incirca 33 e noi siamo presenti oltre che Beatrice anche Lucia Brillante Romeo anch’essa protagonista di un ottimo campionato Italiano, con una prima parte pianeggiante e negli ultimi chilometri con varie asperità dovute a dei veri e propri strappi in salita, nei primi giri del circuito subito pronti via si forma un gruppetto ben assortito ma nessuno delle due atlete presenti. I chilometri passano e il gruppo inseguitore ci mette un po’ ad riprendere la fuga ma non appena si congiungono ecco l’attacco di Beatrice e Lucia che assieme ad un altra atleta formano un terzetto, in comune accordo con questa atleta prendono un discreto vantaggio e tutto procede nei migliori dei modi.

Passano i chilometri e loro guadagnano sempre più sulle dirette avversarie, ma all’ultimo giro Beatrice allunga dalle sue compagne di fuga, tutto sembra fatto, Lucia che controlla e mantiene la posizione, ma non è così Beatrice incappa in un problema che è l’incubo di ogni corridore, sta lì per vincere ma buca la ruota e menomale che dall’esperienza della Mtb le sue ruote sono riempite con uno speciale mastice che ne momento della foratura va ad riparare il foro, no perché purtroppo un po’ si sgonfia e c’è una discesa veloce e alcuni punti tecnici ma Beatrice non si perde d’animo e continua nella sua cavalcata con molta attenzione. Affronta la discesa e poi a tutta nell’ultima asperità prima del traguardo, un arrivo in salita e lei stanchissima ma felice riesce solo ad alzare un braccio.

Nel momento che supera il traguardo aiutata dagli organizzatori si gira subito indietro per vedere la sua amica nonché sua compagna Lucia come si sarebbe piazzata ed eccola che la vede assieme ad altre due ragazze che si giocano il terzo posto negli ultimi metri. Lucia stacca le altre e sembra fatta ma nell’ultimo metro viene beffata da un delle due atlete, subito un po’ delusa ma passando qualche minuto consapevole di aver dato tutto e allora tutti a festeggiare sotto il podio.

La cerimonia di premiazione con il consueto inno di Mameli dove un Guerino emozionato per il quinto titolo Italiano con la sua Ciclistica Bordighera, soddisfatto dopo tante fatiche dagli allenamenti che tutti i giorni dedica ai suoi ragazzi, nel solo obbiettivo di vincere titoli importanti. In questi campionati italiani erano presenti anche per le esordienti 2° anno Eleonora Davigo molto attiva nel cercare un gruppo ed andare in fuga per ben due volte gli è riuscito ma all’ultimo giro nella parte più impegnativo sono state raggiunte, per poi arrivare al 38° posto. Per gli esordienti Samuele Privitera purtroppo è caduto, per gli allievi Davide Rossi e Raffaele Giovinazzo coinvolto in una caduta senza conseguenze non è potuto rimanere con i migliori, al rientro dopo un mese da un incidente in allenamento Serena Brillante Romeo è andata oltre ogni aspettativa, è entrata in una fuga che sembrava potesse arrivare in fondo ma sono state raggiunte dal gruppo e ha chiuso la gara al 15° posto» – fa sapere la Ciclistica Bordighera.

Il direttore sportivo Guerino chiude con il morale altissimo per un finale di stagione ancora ricco di eventi importanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.