Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli sBandati del Borghetto in concerto nel Teatro del Casinò di Sanremo foto

La serata di successo è nata dall’idea di Angsa Onlus Imperia

Sanremo. Scintillanti, spumeggianti e soprattutto uniti gli sBandati del Borghetto che venerdì sera si sono esibiti al Teatro del Casinò.

Questi ragazzi, allievi dei corsi di formazione ad indirizzo bandistico attivi presso la Banda Musicale Borghetto San Nicolò Città di Bordighera, si sono esibiti, alla presenza tra gli altri del sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito, in un coinvolgente concerto che ha trasmesso commozione tra il pubblico per la forza che hanno trasmesso attraverso la musica proposta.

Il repertorio ha spaziato da brani originali per banda giovanile a trascrizioni di colonne sonore, a brani classici trascritti a cover dei Queen.

La serata è nata dall’idea di Angsa Onlus Imperia, in particolare Pino Reghezza insieme a Loredana Reghezza, presidente dell’associazione, di portare questo gruppo a Sanremo per esibirsi in un teatro di pregio nella nostra zona. In particolare sono rimasti colpiti dal progetto, con risvolti non solo musicali ma abilitativi, che permette a diversamente abili e normotipici di suonare gomito a gomito, Tuttinclusi.

Un grande ringraziamento quindi ad Angsa per l’opportunità. Alla serata erano presenti, oltre a due neo assessori di Sanremo, Costanza Pireri e Silvana Ormea, anche altre associazioni che hanno adottato il progetto e credono nella forza di questi ragazzi. I Bordi…gotti, intervenuti con una delegazione capitanata da presidente Rino Burzese, hanno donato le polo per la divisa, particolarmente importante per un gruppo che nasce e cresce all’interno del contesto bandistico; i Lions Ottoluoghi, presenti con Raffaella Fogliarini, hanno donato negli anni diversi strumenti che servono ad avviare all’attività musicale gli allievi, soprattutto quelli con meno possibilità.

Ultima , ma non ultima, la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, presente con Sabina Rizzolio, che hanno permesso l’utilizzo dei timpani e della grancassa utilizzati dalla Sinfonica riempiendo di orgoglio i ragazzi.
Un unico cuore che ha battuto nei ragazzi e nel pubblico, ma non solo: una comunione di intenti da parte di diverse associazioni ed enti presenti sul territori che convergono nella realizzazione di un progetto di ampio respiro orientato alla crescita sana e inclusiva dei ragazzi che vi aderiscono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.