Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Negli istituti dell’Imperiese ritorna la campagna di informazione “Latte nelle scuole”

Per promuovere ed educare i più piccoli al corretto consumo di latte, formaggi e altri prodotti derivati

Imperia. Anche nel 2019 ritorna nella provincia di Imperia il programma “Latte nelle scuole”, campagna di informazione destinata agli alunni delle scuole elementari, finanziata dall’Unione europea e realizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari forestali per promuovere ed educare al corretto consumo di latte, formaggi e altri prodotti derivati.

“Latte nelle scuole” si svolge in tutta Europa e si concretizza in visite didattiche nelle aziende agricole, nella distribuzione di alcuni prodotti lattiero-caseari agli studenti e nella realizzazione di attività di informazione sui prodotti e di sensibilizzazione su una corretta alimentazione.

Nella provincia di Imperia il progetto è realizzato dalla Camera di commercio Riviere di Liguria attraverso la propria azienda speciale Blue Hub che ha organizzato una serie di attività di educazione al di fuori del contesto scolastico, in particolare organizzando alcune visite nelle fattorie didattiche, aziende agricole o imprese della filiera lattiero casearia per far comprendere agli scolari come vengono prodotti il latte e i prodotti lattiero caseari dei loro territori.

Nell’Imperiese l’iniziativa vede coinvolte tre aziende agricole, oltre 200 alunni, 22 insegnanti, 5 istituti scolastici che saranno impegnati nelle visite fino al 7 giugno.

«E’ un programma dagli importanti risvolti economici e sociali – sottolinea Gianfranco Croese, componente della Giunta camerale in rappresentanza del settore agricolo – perché, oltre a educare i bambini al rispetto di un corretto, sano e consapevole regime alimentare, si propone anche l’obiettivo di fronteggiare il notevole calo della domanda (circa il 20%), che sta colpendo la filiera lattiero-casearia, una delle più importanti del nostro Paese, con conseguenze fortemente negative per le imprese e per i lavoratori dell’agricoltura, dell’industria e del commercio».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.