Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Testimonial Sanremese calcio e rugby Danovaro imbattuto dopo 111 incontri

Danovaro, molto soddisfatto e già in preparazione con nuove sfide, ha terminato insieme a professionisti del settore di altissimo profilo

Sanremo. Il campione MMA, testimonial Sanremese calcio e rugby Bruno Danovaro, inarrestabile, nonostante i 10 chili in meno rimane imbattuto a Torino presso la Top Kombat Confederation del presidente Angelo Baglio, che ha arbitrato il match decretando Match Pari, in quanto il regolamento prevede la vittoria solo in caso di sottomissione.

Danovaro ha combattuto con spalla e ginocchia fuori uso, ma per non mancare all’appello ha combattuto.Questo regolamento ci riporta indietro nel tempo, quando altri famosi lottatori diedero vita ad incontri storici, ad esempio Kimura vs Gracie, che vide vittorioso il judoka Kimura. Insomma, continua la marcia trionfale dell’instancabile campione Danovaro, che però parla in termini molto positivi del suo avversario Gianni Basso, descrivendolo “Veloce e potente, ma soprattutto aperto di mente e corretto”.

Danovaro, molto soddisfatto e già in preparazione con nuove sfide, ha terminato insieme a professionisti del settore di altissimo profilo, un codice etico e comportamentale che già presente in tanti sport, mancava nel settore sport da combattimento. Danovaro,da sempre convinto del ruolo di maestro con valenza di educatore sportivo, rifacendosi ai valori del Professor Jigoro Kano fondatore del Judo, mira a portare gli sport da combattimento ad un livello che meritano, relegando persone che con lo sport ed i suoi valori educativi e di rispetto non c’entrano nulla.

Come sempre per Danovaro contano rispetto, onestà, educazione, regole che vanno rispettate. Bruno Danovaro combatte in cinque federazioni, avendo creato una sinergia positiva, sarà docente c.o.n.i., per i settori body building, Power lifting, fitness, per formare istruttori e personal trainer. Il comportamento educato e misurato, rispettoso delle regole, colto, diverso anni luce dallo stereotipo comune del lottatore, è valso a Danovaro il soprannome di “Gentleman delle arti marziali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.