Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, sparatoria e colpo sventato dalla polizia. Fondamentali anche le segnalazioni dei cittadini foto

Nei giorni scorsi, sui social, si erano moltiplicate le segnalazioni di tentati o furti compiuti in città

Più informazioni su

Imperia. C’è anche l’attiva partecipazione dei cittadini nell’arresto (con sparatoria) dei tre uomini che ieri pomeriggio hanno cercato di sfuggire alla polizia. Erano a bordo del famigerato furgone bianco che si aggiravano con fare sospetto attorno ad un distributore di benzina di zona Piani.

Nei giorni scorsi, sui social, si erano moltiplicate le segnalazioni di tentati o furti compiuti in città, soprattutto nelle zone periferiche e a ridosso delle colline: Caramagna, Massabovi, Montegrazie, Cascine, via Fanny Roncati Carli. L’ultimo episodio si sarebbe verificato in via Budamà II.

I residenti avevano quindi organizzando via chat e servizi di messaggeria una sorta di tam tam per cercare di arginare il fenomeno attraverso il controllo del territorio in costante collegamento con le Forze dell’ordine che hanno invitato i cittadini a recarsi presso i comandi per sporgere denuncia.

In particolare era caccia a un furgone bianco che si sarebbe aggirato nei dintorni delle zone dove puntualmente i malviventi colpivano. Qualcuno era riuscito anche a fotografarlo. A bordo erano state segnalate tre persone, due uomini alti e snelli e uno più tarchiato, forse stranieri. Ma era stata avvistata anche una donna.

Forse, il trio segnalato, è quello finito in manette ieri pomeriggio: tre italiani residenti in provincia con una sfilza di precedenti specifici. Tre professionisti di furti e rapine che curiosavano attorno al distributore su di un mezzo rubato con gli scaldacollo per travisare il volto. Se erano lì per un sopralluogo o per il colpo vero e proprio non ci è dato saperlo. Quel che è certo è che gli agenti hanno sventato un crimine di una certa portata, vista la “caratura” dei soggetti coinvolti e l’obbiettivo: una pompa di benzina vicino al casello autostradale dove i contanti non mancano. Adesso gli arrestati sono in carcere con l’accusa di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, in attesa dell’interrogatorio di convalida.

Tornando ai gruppi di cittadini che si sono organizzati per sorvegliare il territorio, uno particolarmente attivo è stato (ed è ancora) il gruppo WhatsApp “Imperia urgente” amministrato da Vittorio Chisci che ha organizzato “passeggiate civiche” per il controllo del territorio Imperia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.