Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, “Porto Maurizio Yacht Club” compie sessant’anni

"Era il sette di marzo del 1959 quando una dozzina di amici, uniti soprattutto dalla passione per la vela, si è riunita per costituire un club"

Imperia. Era il sette di marzo del 1959 quando una dozzina di amici, uniti soprattutto dalla passione per la vela, si è riunita presso lo studio del notaio Re per costituire un club. Un gruppo di appassionati si erano associati per fondare un circolo esclusivamente “velico”, il nome scelto fu “Porto Maurizio Yacht Club”. Il club fu la nuova patria per gli amanti della vela, per chi la barca a vela se la costruiva e, a fare le regate, ci andava al traino” – fanno sapere dal Porto Maurizio Yacht Club.

Alla fine degli anni ’70 il Porto Maurizio Yacht Club accolse un altro folto gruppo di amici. Il nuovo corso vide un nuovo presidente: Piero Moschini che fu eletto al vertice di un rinnovato consiglio direttivo, rimanendo presidente fino al 1979 quando, per impegni di lavoro, passò la carica a Fulvio Parodi. Ci piace ricordare la battaglia di Piero per riportare all’uso pubblico la palazzina liberty di Borgo Marina, che ospiterà, come prima manifestazione, la Laser Cup” – racconta il club imperiese.

“Il presidente Parodi fu tra i fondatori del Museo Navale del Ponente Ligure e il club, con l’organizzazione della mostra di modellismo e della Giraglia per due, in occasione del raduno Mondiale di Cap Horniers, contribuì al lancio di quello che oggi, grazie all’instancabile lavoro del Com. Flavio Serafini, è considerato uno dei più prestigiosi musei. Ricordiamo le regate d’altura come la già citata Giraglia per due; è da ricordare la vittoria nel 1988 del “CINI II” di Nini Sanna in coppia con un giovane e sconosciuto, Giovanni Soldini, l’Imperia-Isola Gallinara-Imperia, il Trofeo Carlini, le regate per le classi Fun, Surprise e J 24, oltre a importanti eventi agonistici come le regate, affidate dalla Federazione, per la selezione olimpica della classe 470, la Laser Cup, il campionato italiano della classe L’Equipe, l’Europeo Fun e almeno una regata nazionale per stagione agonistica” - ricorda il Porto Maurizio Yacht Club.

“Nasce proprio nel ’90 l’Imperia Winter Regatta che, nel dicembre 2007, ha raggiunto la diciottesima edizione con la presenza di oltre 250 equipaggi. Non bisogna dimenticare ancora il fondamentale contributo del Presidente alla realizzazione dei primi raduni di “Barche d’Epoca di Imperia”. La scuola vela sfornerà campioni per le squadre nazionali della Federazione Italiana Vela e si piazzerà costantemente tra le prime dieci in Italia, l’atleta Luigi Viale parteciperà alle Olimpiadi Cinesi. Nel 1990 il club acquistò, con lungimiranza, il primo “L’equipe”, imbarcazione in doppio per i giovani, propedeutica per le classi superiori dopo l’Optimist. La propaganda verso gli altri circoli e le regate organizzate lanciano questa splendida barca in Italia.

Oggi il Porto Maurizio Yacht Club, per ragioni logistiche, si è ridimensionato nell’attività, ma non nei risultati dei propri soci. Il crescente interesse per la classe Dragone, “barca modernissima disegnata esattamente novant’anni fa”, i due Etchells a disposizione dei giovani e la convenzione per stages formativi con l’Istituto Tecnico Nautico “a.Doria”, lo proietta verso nuovi traguardi che porteranno sicuri benefici alla vela ed alla città di Imperia” - dichiara il Porto Maurizio Yacht Club.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.